Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

L’opposizione siriana tornerà a partecipare ai negoziati di pace ad Astana

Immagine di copertina

I ribelli non si erano presentati all'appuntamento nella capitale del Kazakistan e avevano chiesto al governo di fermare i bombardamenti

L’opposizione siriana tornerà a partecipare ai negoziati di Astana sul conflitto siriano il 4 maggio. La notizia è stata comunicata dall’agenzia di stampa Ria che ha citato una fonte coinvolta nei colloqui di pace.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il 3 maggio una fonte diplomatica aveva comunicato a Reuters che la delegazione dei ribelli non si era presentata all’appuntamento nella capitale del Kazakistan. L’opposizione armata siriana aveva confermato di aver sospeso la sua partecipazione ai negoziati e aveva chiesto al governo di interrompere i bombardamenti sull’area del paese che è sotto il suo controllo. 

I partecipanti ai negoziati di Astana hanno approvato nel primo pomeriggio del 4 maggio il memorandum che istituisce le quattro “aree di sicurezza” – o zone cuscinetto – in Siria. L’aviazione siriana e quella russa fermeranno le operazioni militari in queste aree. 

Il memorandum prevede lo stop a tutte le ostilità tra ribelli e forze governative siriane all’interno delle zone cuscinetto, a partire dal 6 maggio. Il documento ha validità di sei mesi e può essere prolungato per altri sei.

I paesi garanti della tregua in Siria – Russia, Turchia e Iran – delineeranno le mappe delle “zone sicure” entro il 4 giugno. 

La delegazione dell’opposizione armata siriana ha dichiarato “inaccettabile” ogni accordo di cessate-il-fuoco che non comprenda “tutto il territorio della Siria”. I ribelli inoltre rigettano ogni coinvolgimento dell’Iran e “delle milizie ad esso legate” nonché il suo ruolo di “garante della tregua”.

Il prossimo vertice di Astana si terrà a metà luglio e sarà preceduto da consultazioni di esperti in Turchia.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue