Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:04
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il video che mostra alcune delle 276 ragazze nigeriane rapite due anni fa da Boko Haram

Immagine di copertina

Il video, girato probabilmente nel dicembre 2015 e diffuso dalla Cnn, mostra le ragazze che supplicano il governo di cooperare con i militanti per la loro liberazione

Un video diffuso dal gruppo nigeriano islamista Boko Haram mostra alcune delle 276 studentesse rapite due anni fa dalla città di Chibok. Il video, a quanto pare girato nel mese di dicembre, è stata inviato al governo nigeriano. 

Il rapimento delle 276 ragazze aveva innescato proteste e solidarietà in tutto il mondo, riunite nella campagna #BringBackOurGirls. Col passare dei mesi, circa 57 studentesse sono riuscite a fuggire, ma almeno 219 sono ancora disperse.

L’ultimo video, apparentemente girato il giorno di Natale del 2015 e diffuso dalla Cnn, mostra le ragazze, vestite di nero, che supplicano il governo nigeriano di cooperare con i militanti per la loro liberazione. Hanno detto di stare bene ma di voler tornare dalle loro famiglie. 

Due madri, Rifkatu Ayuba e Mary Ishaya, hanno detto di aver riconosciuto le loro figlie nel video, mentre una terza madre, Yana Galang, ha identificato altre cinque delle ragazze scomparse. 

Molti in Nigeria sono concordi nel dire che le autorità avrebbero potuto fare di più per trovare le ragazze. 

Secondo quanto riferisce Amnesty International, circa 2000 bambini sono stati rapiti da Boko Haram dal 2014 ad oggi. Molti sono usati come schiavi del sesso, combattenti e persino attentatori suicidi.

Il gruppo islamista Boko Haram, in sei anni di offensiva in Nigeria ha già ucciso almeno 15mila persone. 

Boko Haram, che significa “l’istruzione occidentale è proibita”, è nato nel 2002, con l’esplicito obiettivo di combattere tutto ciò che aveva a che fare con l’occidente. Le operazioni militari sono iniziate nel 2009. I miliziani di Boko Haram sono affiliati con il sedicente Stato islamico, diventando la “provincia nord occidentale” del califfato. 

Il video diffuso dalla Cnn

Ti potrebbe interessare
Esteri / Moni Ovadia a TPI: "Israele non ha mai voluto la pace"
Esteri / Naomi Campbell diventa madre a 51 anni: “Una piccola benedizione”
Esteri / Migranti, oltre 6.000 arrivi in un giorno a Ceuta: Sanchez annulla viaggio a Parigi
Ti potrebbe interessare
Esteri / Moni Ovadia a TPI: "Israele non ha mai voluto la pace"
Esteri / Naomi Campbell diventa madre a 51 anni: “Una piccola benedizione”
Esteri / Migranti, oltre 6.000 arrivi in un giorno a Ceuta: Sanchez annulla viaggio a Parigi
Esteri / Biden: "Israele ha il diritto di difendersi, appoggiamo il cessate il fuoco". Ma la tregua è lontana
Esteri / “Palestinian lives matter”: ora non è più solo Bernie Sanders a criticare Israele nel Congresso USA
Esteri / Associated Press chiede un’inchiesta indipendente sul bombardamento del palazzo dei media a Gaza
Esteri / “Bill Gates ha lasciato la presidenza Microsoft a causa di una relazione con una dipendente”
Esteri / Gerusalemme, crolla la tribuna di una sinagoga: almeno 2 morti e 130 feriti
Esteri / Giornalista palestinese incinta uccisa dalle bombe a Gaza: aveva 30 anni
Esteri / Nuovi raid su Gaza e razzi su Israele. L’Autorità palestinese: “Finora abbiamo avuto 220 morti”. Ucciso alto comandante Jihad Islamica