Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Nestlé, un documento interno rivela: “Il 60% dei prodotti non è salutare”. L’inchiesta del Financial Times

Immagine di copertina

Oltre il 60 per cento dei prodotti più popolari della Nestlé non possono essere definiti “salutari” e alcuni di questi non lo saranno mai “indipendentemente dai tentativi per rinnovarli”. È quanto si legge in un documento interno della multinazionale svizzera visionato e reso noto dal Financial Times.

Solo un terzo dei prodotti raggiunge la sufficienza

Il rapporto citato dal Ft fa riferimento al sistema australiano di valutazione dei cibi. In questa scala di valutazione, poco più di un terzo delle bevande e dei cibi Nestlé hanno ottenuto un punteggio superiore a 3,5 (su una scala che va da 1 a 5) e che indica la soglia di “sufficienza” per il grado di salute di un cibo.

In particolare, il 96 per cento delle bevande e il 99 per cento di pasticceria e gelati non raggiungono quella soglia mentre va meglio per le acque e i prodotti derivati del latte, con l’82 per cento delle acque e il 60 per cento dei latticini che hanno raggiunto la soglia.

“Abbiamo apportato miglioramenti significativi ai nostri prodotti, ma il nostro portafoglio è ancora sottoperformante rispetto alle definizioni esterne di salute in un panorama in cui la pressione normativa e le richieste dei consumatori sono alle stelle”, si legge nella presentazione vista dal Ft.

I dati escludono i prodotti per bambini, il cibo per animali, il caffè e la divisione Health Science che produce alimenti per persone con condizioni mediche specifiche. Ciò significa – precisa l’Ft – che “i dati rappresentano circa la metà delle entrate annuali totali di Nestlé, pari a 92,6 miliardi di franchi svizzeri”, oltre 84 miliardi di euro.

Nestlè: al lavoro per migliorare la nostra strategia nutrizionale

Dopo le indiscrezioni del Financial Times, l’azienda ha fatto sapere di essere al lavoro per migliorare le sue strategie nutrizionali. Va precisato inoltre che l’analisi resa nota dal giornale non comprende i prodotti relativi alla nutrizione medica, al cibo per animali, al caffè e al latte artificiale.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Esteri / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa: primo caso rilevato in Belgio
Esteri / Dalla Germania alla Cina: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Corea del Nord: condannato a morte per aver importato una copia di Squid Game
Esteri / Le storie dei lavoratori che sfidano Amazon nel giorno del Black Friday
Cronaca / Sudafrica, rilevata nuova variante Covid-19: “Minaccia grave”
Esteri / Iran, uccise la fidanzata a 17 anni: impiccato 25enne. Amnesty: “Ha confessato sotto tortura”
Esteri / La nuova Germania di Olaf Scholz: lotta alla crisi climatica, salario minimo e cannabis legalizzata