Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 11:15
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Raccolta fondi per incentivare l’istruzione in Nepal

Immagine di copertina

La raccolta fondi "Promuovere resilienza in Nepal" prevede l'attivazione di un programma educativo di resilienza, della durata di 8 mesi

COMUNICATO ASSOCIAZIONE FRANCESCO REALMONTE SU TPI — Promuovere resilienza in Nepal è una raccolta fondi per attivare un programma educativo di resilienza nel distretto di Dhading in Nepal. 

Questa è stata una delle zone più colpite dal terremoto e abbandonata dagli aiuti governativi. A seguito del nostro primo impegno nella costruzione di un “Temporary Learning Centre”, ora vogliamo continuare con il nostro sostegno attraverso la formazione dei tutori di resilienza locali.

In questa nostra avventura, ci guida il nostro Partner Locale Apeiron che da 20 anni lavora a contatto con la popolazione nepalese, su progetti di alfabetizzazione e formazione professionale. Insieme a loro abbiamo pensato a un intervento post-terremoto che risponda agli effettivi bisogni degli insegnanti e bambini che frequentano la scuola.

Il progetto prevede l’attivazione di un programma educativo di resilienza, della durata di 8 mesi, nel Village Development Commettee di Jharlang (Nepal) e dintorni.

L’obiettivo è promuovere resilienza in questa lontana e abbandonata località, colpita dal terremoto del 25 aprile 2015, attraverso le seguenti azioni:

– intervento di formazione rivolto a 25 insegnanti;

– attività creativo-espressive a 150 studenti tra i 6 e i 13 anni;

– monitoraggio, valutazione dell’impatto del progetto e prospettive future.  

I fondi raccolti da questa campagna verranno impiegati per l’acquisto del materiale da utilizzare durante le attività con i bambini, per coprire i costi relativi agli spostamenti e al vitto dei beneficiari.

Il progetto prevede un costo totale di €10000, ma le restanti spese sono cofinanziate dall’Associazione Francesco Realmonte stessa, APEIRON e da Frasi.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Giornalista palestinese incinta uccisa dalle bombe a Gaza: aveva 30 anni
Esteri / Nuovi raid su Gaza e razzi su Israele, sale il bilancio delle vittime. Netanyahu: “Tregua lontana”
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Giornalista palestinese incinta uccisa dalle bombe a Gaza: aveva 30 anni
Esteri / Nuovi raid su Gaza e razzi su Israele, sale il bilancio delle vittime. Netanyahu: “Tregua lontana”
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti