Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Negoziati tra Israele e Palestina

Immagine di copertina

Riprendono a Washington le trattative tra le due parti. Il governo Netanyahu ha accettato di liberare 104 detenuti palestinesi

I negoziati di pace preliminari tra Israele e Palestina avranno inizio oggi a Washington con la mediazione degli Stati Uniti. Decisione approvata domenica dal governo israeliano che ha dato il via libera al rilascio di 104 detenuti palestinesi, una delle condizioni per la ripresa delle trattative. Il provvedimento ha diviso il governo Netanyahu e ha spaccato l’opinione pubblica.

Il sottosegretario alla Difesa, Danny Danon ha definito pazza “la liberazione di dozzine di terroristi che hanno sulle mani il sangue di israeliani”. Contrari sono anche i familiari – oltre 200 – delle vittime uccise o ferite dai prigionieri, che hanno protestato domenica davanti alla sede del governo.

Il primo ministro Benjamin Netanyahu è riuscito a far approvare il decreto dopo un acceso dibattito durato alcune ore: “Questo non è un momento facile per me. Non è facile per i ministri e non è facile per le famiglie. Ma ci sono dei momenti in cui decisioni difficili devono essere prese per il bene del Paese e questo è uno di quei momenti”.

Il rilascio dei prigionieri avverrà in quattro fasi in un periodo di nove mesi e dipenderà dai progressi fatti nei negoziati. Il primo gruppo di detenuti dovrebbe essere liberato la prossima settimana, dopo la fine del Ramadan.

Manifestazioni contrarie alla partecipazione dell’Autorità Palestinese alle trattative di pace hanno avuto luogo domenica a Ramallah e a Gaza, governata da Hamas. “Rifiutiamo il ritorno dell’Autorità Palestinese al tavolo dei negoziati perché l’occupazione israeliana sarà l’unica parte che ne trarrà beneficio. Inoltre, il rilascio dei prigionieri palestinesi è un nostro diritto, non un favore che Israele ci fa” ha dichiarato Fawzi Barhoum, il portavoce di Hamas.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Esteri / Eruzione Tonga, Nasa: “500 volte più potente della bomba atomica su Hiroshima”
Esteri / Tonga: arrivano i primi aiuti dopo l’eruzione, ma le autorità temono che i soccorritori possano portare uno “tsunami di Covid”
Esteri / Nizza, spari in centro durante un blitz della polizia: un morto
Esteri / Gerusalemme, primo sfratto da cinque anni a Sheikh Jarrah: Israele demolisce la casa di una famiglia palestinese
Esteri / Ucraina, Blinken invita Putin a scegliere una via pacifica