Covid ultime 24h
casi +13.331
deceduti +488
tamponi +286.331
terapie intensive -4

Capitano ferma la nave da crociera per salvare migranti sul gommone

Lo straordinaria operazione in Spagna

Di Marco Nepi
Pubblicato il 27 Set. 2019 alle 11:25
14k
Immagine di copertina
La nave Azura e il salvataggio di migranti

Capitano ferma nave per salvare migranti sul gommone

Il capitano ferma la nave da crociera per salvare migranti in pericolo sul gommone. È quanto accaduto nelle acque spagnole nei giorni scorsi e raccontato dal britannico Mail Online, che riporta la testimonianza di Dorothy Hallet, una passeggera di 73 anni.

La nave da crociera Azura della compagnia P&O stava navigando da Cadice a Barcellona quando hanno sentito urla dal mare. A chiedere aiuto era un gruppo di circa venti migranti a bordo di un gommone in avaria e sovraffollato.

Il capitano non ha esitato ad inviare una scialuppa di salvataggio per recuperare i migranti e farli salire a bordo.

La nave da crociera salva migranti: cosa è successo

L’operazione è durata circa tre ore. I migranti sono stati controllati dalle guardi di sicurezza prima di ricevere coperte e soccorso dal personale di bordo. Sono stati poi lasciati ad Almeria, nel porto più vicino e consegnato alla polizia locale.

Le notizie di esteri da TPI

I capitano della nave si è poi scusato con i circa 3mila passeggeri per il ritardo accumulato, di circa dieci ore.

La 73enne Dorothy ha parlato di “grande operazione umanitaria” da parte della P&O Cruises. Un altro passeggero ha descritto la sua reazione come “combattuta”. “In molti sono apparsi arrabbiati per il ritardo ma allo stesso tempo consapevoli di dover salvare questi migranti”.

Un portavoce dalla P&O ha confermato quanto accaduto in un comunicato. “L’Azura ha risposto oggi a una richiesta di soccorso durante il viaggio da Cadice a Barcellona. I passeggeri sono stati sottoposti a controlli medici a bordo di Azura e quindi trasferiti alle autorità spagnole”.

La nave è lunga circa 90 metri e pesa 115mila tonnellate.

14k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.