Covid ultime 24h
casi +17.455
deceduti +192
tamponi +257.024
terapie intensive +15

Quattro milioni di persone sono rimaste senza acqua potabile in Cile

A causa di temporali e inondazioni sono morte quattro persone e le autorità sono stati costrette a chiudere i rifornimenti di acqua

Di TPI
Pubblicato il 27 Feb. 2017 alle 07:20 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 11:04
0
Immagine di copertina

Quattro milioni di persone a Santiago, in Cile, sono rimaste senza acqua potabile dopo la decisione delle autorità locali di tagliare i rifornimenti in seguito ai temporali e alle frane degli ultimi giorni. Almeno quattro persone sono morte durante le inondazioni.

Le persone hanno fatto scorta d’acqua mentre le autorità hanno ordinato ai ristoranti di rimanere chiusi. Inoltre, l’inizio delle scuole, previsto per lunedì 27 febbraio, è stato rimandato.

*Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.*

Migliaia di persone sono rimaste isolate e alcune strade interrotte. Il governatore regionale di Santiago, Claudio Orrego, ha spiegato che l’interruzione della fornitura dell’acqua sarà “totale o parziale in 30 distretti” e che non si sa quando si potrà avere di nuovo l’acqua potabile.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.** 

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.