Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:36
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Mamma e figlio muoiono dopo il cesareo: il chirurgo era ubriaco

Immagine di copertina
Credit: Getty Images

Il dottor P. J. Lakhanisi, chiamato per effettuare un taglio cesareo e aiutare la ragazza a partorire, si è presentato a lavoro ubriaco

Kaminiben Chanchiya, 22 anni, si preparava a mettere al mondo il suo primo figlio mentre la famiglia l’aspettava nei corridoi dell’ospedale Sonawala nella città di Botad, in India, pronta a celebrare il lieto evento, quando qualcosa in sala parto è andato storto.

Il dottor P. J. Lakhanisi, chiamato per effettuare un taglio cesareo e aiutare la ragazza a partorire, si è presentato a lavoro ubriaco e non è stato in grado di svolgere correttamente il suo lavoro.

Un altro medico che era presente in sala parto ha prima avvisato i familiari di Kaminiben Chanchiya che la bambina era nata morta e che la madre era in pericolo di vita a causa di una copiosa perdita di sangue.

Dopo poco, un secondo dottore ha riferito alla famiglia che anche la giovane era morta sul tavolo operatorio a causa di alcune complicazioni a seguito del parto.

Dopo aver ricevuto questa ennesima, terribile notizia, i familiari si sono scagliati contro il medico e l’ospedale è stato costretto a chiamare le forze dell’ordine per cercare di ripristinare l’ordine nella struttura sanitaria e fare chiarezza su quanto accaduto in sala parto.

La famiglia della ragazza morta mentre dava alla luce la sua bambina ha subito denunciato il dottor P. J. Lakhanisi, accusandolo di negligenza. Il medico è stato interrogato dalla polizia e arrestato: gli agenti lo hanno sottoposto a un alcoltest che ha dimostrato che si era presentato sul luogo di lavoro ubriaco.

Intanto si attendono i risultati delle autopsie della mamma e della figlia per determinare con esattezza le cause della morte di entrambe.

Secondo la famiglia della vittima, se il dottore non si fosse presentato ubriaco a lavoro sarebbe stato in grado di intervenire prontamente per salvare la vita della madre e della neonata, a prescindere dalle cause che hanno portato alla morte di Kaminiben Chanchiya e della bambina.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Esteri / L’Ucraina accusa la Russia: “Ha aumentato le forniture militari a separatisti”
Esteri / L’Austria approva l’obbligo vaccinale: è il primo Paese in Europa
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora