Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Maduro ha escluso i partiti d’opposizione dalle presidenziali in Venezuela

Immagine di copertina
Credit: Carlos Becerra / Anadolu Agency

Primero Justicia, Voluntad Popular e Accion Democratica, tra i principali partiti d'opposizione in Venezuela, hanno boicottato le elezioni locali di domenica 10 dicembre

Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha estromesso i principali partiti d’opposizione dalle elezioni presidenziali in programma nel 2018.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Nessuno dei partiti politici che ha boicottato le elezioni locali di domenica 10 dicembre potrà quindi presentare candidati al voto dell’anno prossimo.

Tra questi vi sono Primero Justicia, Voluntad Popular e Accion Democratica, che non hanno presentato candidati criticando il “tendenzioso” sistema elettorale venezuelano.

Secondo Maduro, invece, il sistema elettorale nazionale è assolutamente affidabile.

Come riferito dalla BBC, per il presidente del Venezuela i partiti d’opposizione, con la scelta di boicottare il voto di ieri, sono “totalmente spariti dalla mappa politica”.

“Un partito che ha deciso di non partecipare alle elezioni e ha invitato il popolo a non votare non ha il diritto di ripresentarsi”, ha detto il leader sudamericano.

Il presidente Maduro, in carica dalla morte del leader socialista Hugo Chavez nel 2013, ha rafforzato progressivamente il suo potere mentre il Venezuela attraversa una delle più gravi crisi economiche della sua storia recente.

Lo scorso agosto Maduro ha dato vita a un’Assemblea costituente per rimpiazzare l’Assemblea nazionale, dove i partiti d’opposizione conservavano una posizione forte.

I leader dell’opposizione hanno definito la nuova Assemblea non democratica e gli Stati Uniti hanno accusato Maduro di comportarsi come un dittatore.

Nonostante la condanna unanime, i partiti anti-Maduro non sono ancora riusciti a trovare la soluzione più adatta per contrastare il potere sempre più ampio del presidente, e sono molti a considerare il boicottaggio delle elezioni inutile e dannoso.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Esteri / Eruzione Tonga, Nasa: “500 volte più potente della bomba atomica su Hiroshima”
Esteri / Tonga: arrivano i primi aiuti dopo l’eruzione, ma le autorità temono che i soccorritori possano portare uno “tsunami di Covid”
Esteri / Nizza, spari in centro durante un blitz della polizia: un morto
Esteri / Gerusalemme, primo sfratto da cinque anni a Sheikh Jarrah: Israele demolisce la casa di una famiglia palestinese
Esteri / Ucraina, Blinken invita Putin a scegliere una via pacifica