Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:19
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Maduro ha escluso i partiti d’opposizione dalle presidenziali in Venezuela

Immagine di copertina
Credit: Carlos Becerra / Anadolu Agency

Primero Justicia, Voluntad Popular e Accion Democratica, tra i principali partiti d'opposizione in Venezuela, hanno boicottato le elezioni locali di domenica 10 dicembre

Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha estromesso i principali partiti d’opposizione dalle elezioni presidenziali in programma nel 2018.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Nessuno dei partiti politici che ha boicottato le elezioni locali di domenica 10 dicembre potrà quindi presentare candidati al voto dell’anno prossimo.

Tra questi vi sono Primero Justicia, Voluntad Popular e Accion Democratica, che non hanno presentato candidati criticando il “tendenzioso” sistema elettorale venezuelano.

Secondo Maduro, invece, il sistema elettorale nazionale è assolutamente affidabile.

Come riferito dalla BBC, per il presidente del Venezuela i partiti d’opposizione, con la scelta di boicottare il voto di ieri, sono “totalmente spariti dalla mappa politica”.

“Un partito che ha deciso di non partecipare alle elezioni e ha invitato il popolo a non votare non ha il diritto di ripresentarsi”, ha detto il leader sudamericano.

Il presidente Maduro, in carica dalla morte del leader socialista Hugo Chavez nel 2013, ha rafforzato progressivamente il suo potere mentre il Venezuela attraversa una delle più gravi crisi economiche della sua storia recente.

Lo scorso agosto Maduro ha dato vita a un’Assemblea costituente per rimpiazzare l’Assemblea nazionale, dove i partiti d’opposizione conservavano una posizione forte.

I leader dell’opposizione hanno definito la nuova Assemblea non democratica e gli Stati Uniti hanno accusato Maduro di comportarsi come un dittatore.

Nonostante la condanna unanime, i partiti anti-Maduro non sono ancora riusciti a trovare la soluzione più adatta per contrastare il potere sempre più ampio del presidente, e sono molti a considerare il boicottaggio delle elezioni inutile e dannoso.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il presidente delle Filippine Duterte minaccia l’arresto per chi rifiuta il vaccino
Esteri / Madrid concede la grazia ai separatisti catalani condannati per il referendum del 2017
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il presidente delle Filippine Duterte minaccia l’arresto per chi rifiuta il vaccino
Esteri / Madrid concede la grazia ai separatisti catalani condannati per il referendum del 2017
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Esteri / “Le guardie libiche violentano le minorenni nei centri di detenzione”
Esteri / Svezia, sfiduciato il governo per la prima volta. Scontro sulla legge per liberalizzare gli affitti
Esteri / “L’Unione Europea ha un piano per tagliare le serie tv britanniche da Netflix e Amazon”
Esteri / Cina, il Covid non ferma il festival di Yulin: “Trucidati migliaia di cani”
Esteri / Quell’umanità in fuga tra macerie e ricordi
Esteri / Un “caso Floyd” in Europa: vittima un uomo di etnia Rom
Esteri / L'obbedienza agli Usa non è una virtù: vuol dire essere succubi del capitalismo finanziario (di A. Di Battista)