Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:19
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Macron ha scritto una lettera ai francesi che ce l’hanno con lui

Immagine di copertina
Il presidente francese Emmanuel Macron. Credit: BENOIT TESSIER / POOL / AFP

Il presidente alla vigilia del via al 'Grande dibattito nazionale' con cui punta alla riconciliazione nazionale

Mentre in Francia prosegue da oltre nove settimane la dura protesta dei gilet gialli, il presidente Emmanuel Macron ha scritto una lunga lettera aperta ai francesi. “So che alcuni di noi sono insoddisfatti o in collera”, ma “voglio trasformare la vostra rabbia lavorando insieme a voi”, scrive il presidente.

La lettera è stata inviata alla vigilia del ‘Grande dibattito nazionale’, una iniziativa che Macron terrà in Normandia con l’obiettivo di rispondere alle richieste di una maggiore equità sociale e di tentare una riconciliazione con il suo popolo.

“Tutti vorrebbero un Paese più prospero e una società più giusta, condivido questa impazienza”, scrive il presidente. “La società che vogliamo è una società dove per affermarsi non dovremmo aver bisogno di una rete di conoscenze o fortuna economica, ma di sforzi e lavoro”.

Macron, tuttavia, ribadisce il suo netto rifiuto delle violenze. “Non accetto, e non posso accettare, pressioni e insulti contro chi è eletto dal popolo, i giornalisti, le istituzioni e i funzionari. Se tutti usano la violenza la società si disfa”. Dobbiamo “trasformare la rabbia in soluzioni”, sottolinea il presidente.

Quanto al ‘Grande dibattito nazionale’, Macron spiega: “Non è un’elezione né un referendum. Ed è richiesta la vostra espressione, che corrisponde alla vostra storia, alle vostre opinioni e priorità senza distinzione di età o condizione personale”.

Diverse le domande a cui dare una risposta: ‘quali tasse pensi che dovrebbero essere abbassata per prime’, ‘alcuni servizi pubblici, datati o troppo costosi, devono essere eliminati?’, “quali sono le proposte concrete che possono accelerare la nostra transizione ambientale?’, ‘Pensi che dovremmo utilizzare più referendum?”; ‘E una volta che i nostri obblighi in materia di asilo siano soddisfatti, vuoi che sia il Parlamento a fissare obiettivi annuali?”.

Macron assicura che non ci sono “domande proibite”, ma ha aggiunge che il diritto di chiedere asilo “non può essere messo in discussione”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Esteri / Indonesiano positivo al Covid finge di essere la moglie e prende un aereo: scoperto durante il volo
Esteri / Come funziona il Green Pass all’estero: ecco i Paesi dove è obbligatorio e per quali attività
Esteri / Ombre cinesi sul G20 di Napoli: Pechino complica l'accordo sul clima
Esteri / “Chiedono il vaccino ma è troppo tardi”: il racconto del medico che cura i pazienti Covid non vaccinati
Esteri / Ungheria, Orban sfida l'Ue: "Un referendum sulla legge anti-Lgbtq"
Esteri / Jeff Bezos ringrazia i dipendenti e i clienti Amazon: “Avete pagato il mio volo nello spazio”
Esteri / C'è anche Macron nella lista dei probabili spiati col software Pegasus