Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:08
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Le ceneri del premio Nobel cinese Liu Xiaobo sono state sparse in mare

Immagine di copertina
Credit: Reuters

Il cadavere è stato cremato durante una cerimonia privata a cui ha partecipato anche la vedova Liu Xia, ancora agli arresti domiciliari

Il corpo del premio Nobel e dissidente cinese Liu Xiaobo, deceduto lo scorso 13 luglio, è stato cremato durante una cerimonia privata. Le sue ceneri sono poi state sparse in mare sabato 15 luglio secondo quanto dichiarato dal fratello di Liu.

Al funerale era presente anche la vedova Liu Xia.

Liu Xiaobo è morto per un cancro terminale al fegato dopo quasi nove anni di carcere. È deceduto in un ospedale della città di Shenyang, dove era stato condotto dopo la concessione della libertà condizionale per motivi di salute. Al premio Nobel era stato negato il trasferimento all’estero per le cure.

La vedova del dissidente, la poetessa Liu Xia, si trova di fatto agli arresti domiciliari da quando il marito ha vinto il premio Nobel per la pace nel 2010. Le è stato consentito di vederlo in prigione una volta al mese. La donna non è stata mai formalmente accusata di alcun crimine.

Parlando a una conferenza stampa organizzata dalle autorità governative il fratello di Liu Xiaobo, Liu Xiaoguang, ha detto che la donna non ha potuto parlare alla stampa a causa delle sue difficili condizioni di salute.

Un funzionario governativo aveva reso noto che la donna adesso fosse stata liberata, ma l’avvocato di Liu Xia ha negato che ciò sia avvenuto e ha chiesto alla comunità globale di mobilitarsi per la sua liberazione.

Alcuni leader internazionali, tra cui quelli di Germania, Regno Unito, Francia, Stati Uniti e Taiwan hanno chiesto che la Cina consenta alla moglie dell’attivista, la poetessa Liu Xia, di lasciare il paese se lo desidera. La donna, da anni agli arresti domiciliari, soffrirebbe di depressione.

– LEGGI ANCHE: La storia dell’amore negato tra il premio Nobel cinese Liu Xiaobo e sua moglie

Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Iran elegge il nuovo presidente: conservatori pronti a tornare al potere
Esteri / Usa, il concerto di Bruce Springsteen è vietato a chi si è vaccinato con AstraZeneca
Esteri / Juneteenth, il giorno per ricordare la fine della schiavitù dei neri, diventa festa federale negli Usa
Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Iran elegge il nuovo presidente: conservatori pronti a tornare al potere
Esteri / Usa, il concerto di Bruce Springsteen è vietato a chi si è vaccinato con AstraZeneca
Esteri / Juneteenth, il giorno per ricordare la fine della schiavitù dei neri, diventa festa federale negli Usa
Esteri / Israele presta ai palestinesi oltre un milione di vaccini Pfizer in scadenza
Esteri / Schiavitù infantile, Corte Suprema Usa blocca causa contro i giganti del cioccolato
Esteri / La variante Delta spaventa il Regno Unito: mai così tanti casi da febbraio
Esteri / Chi è Lina Khan, la nuova dirigente dell'Antitrust americano che fa tremare le Big Tech
Esteri / Covid, la Cina risponde alle accuse: “Gli scienziati di Wuhan meritano il premio Nobel”
Esteri / Omicidio Regeni, l’impertinenza egiziana: “Non c’è motivo per iniziare un processo”
Esteri / Un bisonte e un paio d'occhiali da sole: così sottovoce Biden torna a trattare con Putin