Covid ultime 24h
casi +22.865
deceduti +339
tamponi +339.635
terapie intensive +64

L’Isis ha ucciso il sesto cristiano egiziano in un mese nel Sinai

La vittima è stata abbattuta con colpi di arma da fuoco nella sua abitazione davanti a moglie e figli

Di TPI
Pubblicato il 24 Feb. 2017 alle 09:32 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 22:11
0
Immagine di copertina

Un cristiano egiziano, il sesto nell’arco di un mese, è stato ucciso da presunti jihadisti dell’Isis nel Sinai nord orientale, in Egitto. Lo hanno riferito fonti della sicurezza egiziana.

Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa statunitense Associated Press, la vittima è un idraulico che è stato ucciso ieri a colpi di arma da fuoco nella sua abitazione davanti a moglie e figli piccoli nella città di Al-Arish, sulla costa settentrionale della penisola del Sinai.

Le generalità della vittima non sono state diffuse.

*Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.*

In settimana, i militanti dell’Isis avevano ucciso altri due cristiani egiziani nel Sinai orientale, figlio e padre. Il primo è stato bruciato vivo, mentre il secondo è stato ucciso con colpi di arma da fuoco il padre.

Tra domenica 19 e lunedì 20 febbraio 2017 la fazione egiziana del sedicente Stato islamico aveva diffuso un video di minacce di morte rivolte ai copti, i cristiani d’Egitto, che rappresentano circa il 10 per cento della popolazione egiziana e la più grande comunità cristiana del Medio Oriente.

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

*Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.