Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

L’imbarazzante disturbo sessuale alla base della rabbia di Adolf Hitler

Di Marco Nepi
Pubblicato il 21 Mag. 2020 alle 08:36 Aggiornato il 21 Mag. 2020 alle 09:42
197
Immagine di copertina

A influire sulla ferocia del dittatore Adolf Hitler ci sarebbero anche motivi fisici oltre che politici o mentali inerenti la sessualità del dittatore. Gli storici Jonathan Mayo e Emma Craige ipotizzavano che dietro la follia del leader nazista ci fossero due anomalie genitali: il criptorchidismo e l’ipospadia.

Il primo termine si usa per descrivere la mancata discesa di uno dei due testicoli, spesso il destro. Il secondo invece è sintomatico di una malformazione genetica che può portare ad un micropene. Entrambe le condizioni furono dimostrate dalle relazioni mediche seguite all’arresto del fuhrer nel 1923 in seguito al fallito tentativo di acquisire il potere con un colpo di stato organizzato e attuato tra l’8 e il 9 novembre passato alla storia come “Putsh di Monaco”, o “Putsh della Birreria”.

Nel libro “Hitler’s Last Day: Minute by Minute” di Mayo e Craigie viene ipotizzata proprio questa disfunzione alla base della psiche contorta del folle dittatore. Una notizia che troverebbe conferma nelle prescrizioni a base di ormoni e cocaina redatte dal suo medico personale, Theodor Morell, per permettergli di avere rapporti con la compagna Eva Braun, incontri sporadici secondo quanto testimoniato da chi frequentava il dittatore.

Il Sun scriveva della paura di Hitler di mostrarsi nudo e, a conferma di una possibile impotenza, aggiungeva come il dittatore – nonostante premesse perché i tedeschi mettessero al mondo quanti più figli fosse loro possibile – non divenne mai padre.

Il fatto che queste condizioni influissero sulla sessualità di Adolf Hitler resta un ipotesi ma Albert Speer, architetto nazista, responsabile di diverse strutture progettate per Hitler, sosteneva come il dittatore fosse privo di alcuna libido: “In alcun modo descriverei Adolf Hitler come una persona sessualmente normale nei suoi rapporti con le donne. In particolare, nel caso di Eva Braun, non c’era attività sessuale per lunghi periodi di tempo, tranne qualche episodio”.

LEGGI ANCHE

1. “Hitler non si è suicidato: ho le prove che fuggì in Argentina vivendo lì per 16 anni”

197
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.