Libia, Sarraj: “Mi dimetto entro fine ottobre”

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 16 Set. 2020 alle 23:24 Aggiornato il 16 Set. 2020 alle 23:28
15
Immagine di copertina
Fayez al Serraj Credits: ANSA

Il capo del Governo di accordo nazionale libico (Gna) Fayez al Sarraj ha annunciato oggi – mercoledì 16 settembre – in un videomessaggio rivolto alla nazione l’intenzione di dimettersi entro la fine di ottobre. Confermando le indiscrezioni della diffuse dalla stampa, il premier ha annunciato la consegna del potere “alla fine di ottobre, in modo da consentire alla commissione dialogo di poter lavorare”.

Tale dialogo, secondo Sarraj, deve terminare con la formazione di un nuovo consiglio di presidenza alla fine del prossimo mese. “Chiedo alla commissione di dialogo di svolgere il proprio ruolo e di formare il potere esecutivo per garantire la transizione pacifica del potere”, ha detto Sarraj, spiegando poi di voler restare al suo posto per il disbrigo degli affari correnti fino alla consegna del potere al nuovo premier.

La decisione è arrivata dopo le proteste a Tripoli e nelle altre città controllate dal Gna ad agosto, per chiedere migliori condizioni di vita e le dimissioni dell’attuale governo. Nel frattempo, nella giornata di domenica 13 settembre, dopo giorni di proteste di piazza e anche di attacchi a sedi istituzionali, si è dimesso il governo “parallelo” dell’Est presieduto da Abdullah al Thinni.

Leggi anche: 1. Di Maio incontra Al Serraj a Tripoli: consegnata all’Italia bozza sulla modifica del memorandum sui migranti

15
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.