Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:03
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Le scuole turche aperte anche ai bambini siriani

Immagine di copertina

Nella provincia sudorientale turca di Gaziantep, alcuni bambini siriani rifugiatisi in Turchia hanno cominciato a seguire le lezioni a scuola insieme ai loro coetanei turchi, secondo un programma di integrazione voluto dal ministero dell’Istruzione di Ankara.

Il progetto, sviluppato negli ultimi due anni, intende facilitare l’inclusione scolastica dei bambini fuggiti dalle violenze della guerra civile. Almeno 976.200 degli oltre 3 milioni di rifugiati siriani che vivono in Turchia sono bambini in età scolare.

Il maggiore ostacolo alla loro integrazione è rappresentato dalla lingua, per questo il ministero dell’Istruzione di Ankara ha provveduto a creare un progetto finanziato in parte dall’Unione europea.

Il maggior numero di bambini siriani che siedono nelle aule turche si trova nella provincia di Gaziantep, dove, nella sola scuola elementare Şehit Karayılan, si contano 625 rifugiati su 1.638 studenti

“Questi bambini diventeranno parte della nostra società”, ha detto al quotidiano Hurriyet, Buşra Erkan, un’insegnante di lingua turca della scuola elementare.

“I bambini parlano arabo a casa, perciò ci vorrà un po’ di tempo perché imparino il turco. Ma i bambini sono bambini, non importano le differenze culturali”.

Secondo il direttore provinciale dell’Istruzione, Cengiz Mete, sono almeno 38.850 i bambini siriani che stanno frequentando le scuole pubbliche della provincia di Gaziantep. Gli insegnanti impiegati in questo progetto sono 720, insieme a 61 consulenti scolastici.

Questi numeri non sono però sufficienti all’integrazione scolastica dei bambini siriani rifugiati nel sud della Turchia. “Abbiamo bisogno di altre 3.200 classi perché il numero di siriani a Gaziantep è in aumento”, ha concluso Mete.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Nato in allerta: Mosca pronta a testare il super-siluro che può provocare uno tsunami radioattivo
Esteri / Papa Francesco a Putin: “Fermati, ti supplico. Fallo per amore del tuo popolo”
Esteri / Ucraina, strage di civili a Kharkiv: morti 13 bambini mentre tentavano la fuga con le famiglie
Ti potrebbe interessare
Esteri / Nato in allerta: Mosca pronta a testare il super-siluro che può provocare uno tsunami radioattivo
Esteri / Papa Francesco a Putin: “Fermati, ti supplico. Fallo per amore del tuo popolo”
Esteri / Ucraina, strage di civili a Kharkiv: morti 13 bambini mentre tentavano la fuga con le famiglie
Esteri / Indonesia, scontri dopo una partita di calcio: almeno 180 morti
Esteri / Donbass, schiaffo di Kiev a un giorno dall’annessione: Mosca ammette il ritiro da Lyman
Esteri / Nord Stream: “Esplosi 500 chili di tritolo. Bombe piazzate da robot di manutenzione”
Esteri / Russia, il rapper Walkie si toglie la vita per non andare in guerra
Esteri / Con il nuovo reattore Olkiluoto-3 la Finlandia si aggiudica la centrale nucleare più potente d’Europa
Cronaca / Putin annette le regioni ucraine: “Saranno russe per sempre. Ora disposti a negoziare”
Esteri / Ucraina, sale la tensione a Zaporizhzhia: missili su un convoglio umanitario, 25 morti