Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Le donne che combattono l’Isis

Immagine di copertina

Molte erano civili prima della guerra. Oggi hanno sempre un proiettile in tasca per evitare di cadere prigioniere dell'Isis

Si chiama Mayssa Abdo e ha 40 anni, ma sul campo di battaglia tutti la chiamano Narin Afrin. In realtà, nessuno di questi due è il suo vero nome.

È al comando di una milizia armata composta esclusivamente da donne (Ypj), affiliata alle Unità di difesa del popolo curdo (Ypg), che combatte contro l’Isis a Kobane.

Secondo Kadar Sheikhmous, una consulente politica curda, Narin Afrin e le sue compagne hanno “resistito a numerosi attacchi dell’Isis e hanno dimostrato di essere una forza armata competente. Molte brigate in Siria e Iraq non sarebbero riuscite a resistere”, ha dichiarato Sheikhmous all’International Business Times.

“Molte di queste donne erano civili prima della guerra, fra cui diverse studentesse universitarie. Oggi portano sempre un proiettile nelle loro tasche per evitare di cadere prigioniere dell’Isis”.

Kenan Fani Dogan, una rifugiata politica curda, attivista e blogger che oggi vive a Stoccolma, sostiene che “la società curda percepisce da sempre le combattenti donne come simbolo di coraggio e valore”.

“C’è un proverbio curdo che dice: “Şêr şêre çi jine, çi mêre”, che significa “Un leone è un leone, maschio o femmina che sia.”

Qui alcune immagini delle combattenti curde contro lo Stato Islamico

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Esteri / L’Ucraina accusa la Russia: “Ha aumentato le forniture militari a separatisti”
Esteri / L’Austria approva l’obbligo vaccinale: è il primo Paese in Europa
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora