Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 11:43
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La partita proibita alle donne

Immagine di copertina

Una donna è stata arrestata dopo che aveva provato ad accedere allo stadio per vedere una partita di pallavolo maschile a Teheran

La venticinquenne anglo-iraniana Ghoncheh Ghavami è rinchiusa in una prigione in Iran da più di due mesi.

La sua colpa è quella di aver tentato di entrare nel palasport di Teheran lo scorso 20 giugno, mentre si teneva una partita di pallavolo maschile tra Iran e Italia.

Quando è stata arrestata, Ghonchen si trovava all’esterno dello stadio Azadi – che in iraniano significa libertà – e stava protestando insieme ad altre attiviste contro la legge che proibisce alle donne di assistere agli eventi sportivi maschili.

Il divieto è stato introdotto in seguito alla rivoluzione islamica del 1979: lasciare che le donne siedano tra il pubblico durante una competizione sportiva in cui gli uomini non sono completamente vestiti non è considerato compatibile con gli insegnamenti islamici.

Inzialmente Ghonchen era stata rilasciata qualche ora dopo l’arresto e la polizia che aveva trattenuto soltanto alcuni dei suoi effetti personali. Quando la ragazza è tornata alla centrale per riprenderli, è stata arrestata una seconda volta.

Oggi, è rinchiusa a Evin, il penitenziario di Teheran dove vengono detenuti i prigionieri politici. Ghonchen è riuscita a telefonare alla sua famiglia, dicendo di essere stata tenuta in totale isolamento per 41 giorni.

Dal momento che Ghonchen ha il doppio passaporto, iraniano e britannico, il Foreign and Commonwealth Office del Regno Unito ha esaminato i rapporti circa la sua detenzione. Tuttavia, ha dichiarato di non poter intervenire, poichè i suoi poteri diplomatici in Iran sono limitati.

La ragazza, che ha studiato a Londra per diventare avvocatessa, era tornata da poco in Iran per promuovere i diritti delle donne.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, bambino di 9 anni colpito da un fulmine muore in campo
Esteri / Gaza-Israele: 74 vittime e 380 feriti. Biden difende gli israeliani
Esteri / Com'è iniziato il peggior conflitto degli ultimi anni tra Israele e Gaza
Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, bambino di 9 anni colpito da un fulmine muore in campo
Esteri / Gaza-Israele: 74 vittime e 380 feriti. Biden difende gli israeliani
Esteri / Com'è iniziato il peggior conflitto degli ultimi anni tra Israele e Gaza
Cronaca / “La pandemia poteva essere evitata”: l’inchiesta indipendente che riscrive la storia del Covid
Esteri / Colorado, strage alla festa di compleanno: “Ha ucciso perché non era stato invitato al party”
Esteri / Moni Ovada: “Sono ebreo ma Israele fa una politica infame e strumentalizza la Shoa”
Esteri / India, attore 35enne muore di Covid e lascia un video di denuncia: “Sarei sopravvissuto con cure giuste”
Esteri / Ora è guerra Hamas-Israele: “Lanciati oltre 200 razzi”. Netanyahu: “Continueremo a colpire”
Esteri / Unicef: "Sono i bambini di Gaza a pagare il prezzo più alto: 9 morti e 43 feriti"
Esteri / La campagna del governo cinese per impedire alle donne musulmane dello Xinjiang di avere figli