Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La ginnasta che è diventata virale mischiando hip hop e corpo libero

Immagine di copertina

Sophina DeJesus, studentessa dell’università della California UCLA, ha fatto parlare di sé per aver inserito delle mosse tipicamente hip hop nella sua esibizione

Sophina DeJesus è
una studentessa all’ultimo anno dell’università della California UCLA, nonché ginnasta della squadra di corpo libero del college.

Il 6 febbraio il suo
nome è diventato famoso in tutto il mondo quando un video, che la ritraeva esibirsi
durante una gara tra la sua università e quella dello Utah, è diventato virale.

Nel filmato si vede
la ginnasta eseguire alcune figure atletiche classiche della disciplina, per
poi aggiungere alcune tipiche mosse del ballo hip hop, solitamente estranee a
questo genere di esibizioni, come il whip,
il nae nae, e il quan.

In pochi giorni la
sua performance fuori dagli schemi ha guadagnato più di 11 milioni di
visualizzazioni su YouTube, e l’entusiasmo di moltissimi fan dell’hip hop, che
hanno visto la loro cultura entrare a sorpresa in un ambito molto più
tradizionale.

Al New York Times, Sophina ha dichiarato: “Amo
ballare. Volevo finire il mio ultimo anno col botto”, e così è stato,
visto che, nonostante le mosse inconsuete, il suo punteggio finale attribuito
dai giudici di gara è stato di 9.925, cifra che ha garantito la vittoria a
tutta la squadra.

Credit: NastiaFan101take12/YouTube

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Griot con il titolo Sophina DeJesus aka Diventare virale ballando hip hop a una gara di ginnastica

GRIOT raccoglie e racconta storie di creatività e cultura pop. News, pillole d’arte, fotografia, stile, musica, video. Persone e idee. Concepito tra Roma, New York e Port au Prince, GRIOT inizia a prendere forma nel 2014 e nel 2015 entra ufficialmente a far parte della giungla dei webzine, e-zine, blogzine, zin-zine.

Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Esteri / Afghanistan: 8 fratellini orfani morti di fame. L’allarme di Save The Children: “Paese sull’orlo della carestia”
Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Esteri / Afghanistan: 8 fratellini orfani morti di fame. L’allarme di Save The Children: “Paese sull’orlo della carestia”
Esteri / I Maneskin alla conquista degli Usa: apriranno il concerto dei Rolling Stones a Las Vegas
Esteri / Allarme in Europa: rubate le chiavi per generare Green pass. Nel dark web quello “funzionante” di Hitler
Esteri / Scandalo Facebook, Zuckerberg a un passo delle dimissioni
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass