Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:20
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Londra, condannati due italiani per lo stupro di una ragazza in una discoteca: il video shock

Immagine di copertina

Londra, condannati due italiani per lo stupro di una ragazza in un bar: il video shock

Due studenti italiani di 25 e 26 anni, Ferdinando Orlando e Lorenzo Costanzo, sono stati condannati dal tribunale di Londra per lo stupro di una donna in un bar. I fatti risalgono al 26 febbraio 2017. I due ragazzi hanno ripreso la violenza con i telefoni. Lo stupro è stato così violento che la donna ha dovuto subire un intervento chirurgico. Le telecamere di sorveglianza in strada hanno ripreso i due ragazzi che esultavano e battevano il cinque dopo lo stupro, riguardando le immagini girate con i loro smartphone durante la violenza. Il video è stato mostrato durante il processo.

La donna, allora 23enne era visibilmente ubriaca, ma neanche questo non ha fermato l’orrore nel night club di Soho dove si è consumata la violenza.

I due giovani italiani si sono difesi dicendo che il rapporto era consensuale, ma secondo i giudici della Isleworth Crown Court si è trattato di uno stupro a tutti gli effetti e i due sono stati condannati per essersi “approfittati di una persona vulnerabile”. La giovane è stata abbandonata incosciente nel bagno del locale. Al suo risveglio si è rivolta alla polizia e in seguito ha dovuto subire un intervento chirurgico.

La condanna è per violenza sessuale e lesioni gravi. “Costanzo e Orlando avevano calcolato di poter attaccare impunemente una persona vulnerabile, vantarsene e filarsela. Ma hanno fatto male i conti e ora pagheranno il prezzo delle loro azioni”, ha detto Rebecca Woodsford, detective di Scotland Yard incaricata del caso.

I due italiani colpevoli di stupro si trovavano a Londra per dei corsi post laurea. Sono scappati in fretta e furia in Italia qualche giorno dopo i fatti, ma sono stati arrestati un anno più tardi all’aeroporto di Heathrow, mentre rientravano nel paese per una partita di calcio.

Il verdetto sulla pena da scontare è atteso per il 1 novembre 2019.

Qui il video shock che mostra il momento in cui i due escono dal night club ed esultano per l’azione compiuta poco prima:

Ti potrebbe interessare
Esteri / Francia, il Parlamento approva: “Vietate le ‘terapie di conversione’ usate per ‘guarire’ l’omosessualità”
Esteri / “La Cina ha realizzato una app per spiare gli atleti alle Olimpiadi di Pechino”: l’accusa
Esteri / Crisi Russia-Ucraina, venti di guerra soffiano alle porte dell’Europa: cosa sta succedendo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Francia, il Parlamento approva: “Vietate le ‘terapie di conversione’ usate per ‘guarire’ l’omosessualità”
Esteri / “La Cina ha realizzato una app per spiare gli atleti alle Olimpiadi di Pechino”: l’accusa
Esteri / Crisi Russia-Ucraina, venti di guerra soffiano alle porte dell’Europa: cosa sta succedendo
Esteri / Crisi Ucraina-Russia, l’Italia rischia di trovarsi in prima linea al costo di 78 milioni di euro
Esteri / “Il dilemma di Draghi”: la stampa internazionale si divide sull’ipotesi dell’ex banchiere al Quirinale
Esteri / Ucraina, la Nato annuncia l’invio di forze in Europa orientale. Il Cremlino: “L’Occidente aumenta le tensioni“
Esteri / Anche l’Economist volta le spalle a Draghi: “La sua candidatura al Quirinale un male per l’Italia e l’Europa”
Esteri / Un uomo è sopravvissuto dopo aver viaggiato per 10 ore nel carrello di un aereo partito dal Sudafrica
Esteri / Usa ordinano alle famiglie dei diplomatici di lasciare l’Ucraina. Sconsigliano viaggi anche in Russia
Esteri / Usa, rifiuta di indossare una mascherina in volo e si abbassa i pantaloni: 29enne rischia fino a 20 anni