Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Infermiera muore di Covid ma rifiuta l’ultimo saluto al marito: una struggente storia d’amore

Immagine di copertina
Rosemary e Vincent

Rosemary, infermiera di 40 anni del Kingsbrook Hospital di Brooklyn e Vincent, vicino ai sessanta, autista di bus a Philadelphia sono stati divisi per sempre dal Coronavirus. Il Washington Post racconta la loro storia d’amore e di dolore. Entrambi afroamericani, si erano conosciuti in una festa d’estate a Coney Island. Si erano innamorati all’istante e sposati tre mesi dopo. Il loro lavoro li ha costretti a vivere distanti per sette anni, vedendosi però ogni fine settimana e viaggiando per l’America con Winston, il figlio adolescente di Rosemary. A metà marzo New York è già l’epicentro dell’epidemia negli Stati Uniti e Brooklyn è tra le zone più colpite della città. Rosemary e le sue colleghe infermiere si trovano in una situazione di emergenza: i reparti sono sovraffollati. Il torrente dei nuovi contagiati non si ferma.

Ma nell’ospedale non ci sono DPI a sufficienza. Mancano mascherine efficaci, per non parlare dei visori. I turni sono sfibranti. Si lavora a ciclo continuo. Una settimana dopo Rosemary ha la tosse. Si fa vedere da un medico che la manda a casa con l’antibiotico. La sera, quando chiama Vincent, è già senza voce. “Non mi fido, torna al pronto soccorso”, si sente dire dal marito.

Rosemary, 40
Credits: Facebook

L’indomani ha la febbre. La portano in ambulatorio. Le fanno il test per il Covid-19: positiva. Viene ricoverata, ma in due settimane le sue condizioni non migliorano. Non riesce più a parlare. Con Vincent può scambiare solo qualche messaggio via Whatsapp. Ecco l’ultima conversazione. Vincent: “Vengo a trovarti”. Rosemary: “No, non sono ammesse visite. Sono stanca. Ti amo”. L’infermiera muore da lì a poco. Si è poi saputo che Vincent è malato di diabete e che Rosemary aveva chiesto ai colleghi e alle colleghe di non farlo entrare in ospedale per non esporlo al contagio.

Leggi anche: 1. Coronavirus, Trump vuole salvare l’economia. E riapre contro il parere degli scienziati / 2. L’espressione della dottoressa Birx alla proposta di Trump di curare il Coronavirus con iniezioni di disinfettante | VIDEO / 3. Trump: “Iniezioni di candeggina, disinfettante e caldo per uccidere il Coronavirus”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Ti potrebbe interessare
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Esteri / In fuga da Putin, le autorità della Finlandia: “Oltre 7mila russi entrati lunedì dalla frontiera”
Esteri / Medvedev: “La Russia ha il diritto di usare le armi nucleari se necessario, la Nato non interferirà”
Esteri / DART: la missione spaziale per deviare gli asteroidi che minacciano la Terra
Esteri / Cuba approva con un referendum il codice delle famiglie: le coppie omosessuali potranno sposarsi e adottare
Esteri / Russia, neonazista apre il fuoco in una scuola: almeno 13 morti, tra cui 7 bambini
Esteri / Trionfo Meloni, esultano Orban e Le Pen: “Vittoria meritata”. Premier Borne: “Vigileremo sul rispetto dei diritti umani”
Esteri / Iran: uccisa con 6 proiettili la 20enne Hadis Najafi mentre manifestava per Mahsa Amini