Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:14
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Usa, infermiera negazionista si vanta sui social di non indossare la mascherina: sospesa

Immagine di copertina

Un’infermiera americana del Salem Health Hospital, in Oregon, ha pensato bene di postare su TikTok un video nel quale si vantava di non indossare la mascherina, ironizzando sulle misure sanitarie per il contenimento del contagio. Una scelta che però le è costata cara, perché la donna, una volta scoperta, è stata sospesa dall’ospedale nel quale lavorava.

A segnalare il video alla struttura sanitaria sono stati gli stessi utenti del popolare social, che hanno contattato il Salem Health Hospital denunciando l’accaduto. Il nosocomio, attraverso il proprio profilo Facebook, ha ringraziato gli utenti che hanno segnalato il filmato, annunciando che l’operatrice sanitaria, che per di più lavora in un reparto di Oncologia, è stata sospesa dall’incarico. Sul suo comportamento verrà aperta un’indagine.

“Chissà cosa farebbero i miei colleghi se scoprissero che non indosso la maschera quando sono fuori e che permetto ai miei figli di incontrare gli amici”, dice chiaramente nel video l’infermiera, aggiungendo che continua a viaggiare regolarmente. La donna ha provato a giustificarsi dicendo che tutto è accaduto fuori dall’orario di lavoro. Ma anche se così fosse, non indossare una maschera e lasciare che i figli abbiano appuntamenti coi coetanei va contro le linee guida dei Centers for Disease Control and Prevention, e soprattutto potrebbe essere molto pericoloso per i pazienti oncologici con cui ogni giorno entra in contatto.

Il video è stato rimosso, come riporta il Daily Mail. Secondo Buzzfeed la protagonista del video sarebbe Ashley Grames, in attività da almeno dieci anni. “Un’infermiera ha pubblicato un video sui social media che mostrava un comportamento sprezzante nonostante la gravità di questa pandemia e indifferenza verso il distanziamento fisico e l’uso di  protezioni al di fuori del lavoro. Il Salem Health crede che tutti noi dobbiamo fare la nostra parte per proteggere i più vulnerabili e fermare la rapida diffusione di COVID-19. Ciò include la richiesta al personale, ai pazienti e ai visitatori di seguire le linee guida del CDC e di altri enti sull’uso della maschera e sulle distanze sociali”, ha spiegato l’ospedale. La donna, in attesa dell’indagine, è stata messa in congedo amministrativo.

Leggi anche: “La mascherina non è una pigna nel cu**o”: polemiche sulla campagna anti-Covid di un comune salentino

Ti potrebbe interessare
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Esteri / Indonesiano positivo al Covid finge di essere la moglie e prende un aereo: scoperto durante il volo
Esteri / Come funziona il Green Pass all’estero: ecco i Paesi dove è obbligatorio e per quali attività
Esteri / Ombre cinesi sul G20 di Napoli: Pechino complica l'accordo sul clima
Esteri / “Chiedono il vaccino ma è troppo tardi”: il racconto del medico che cura i pazienti Covid non vaccinati
Esteri / Ungheria, Orban sfida l'Ue: "Un referendum sulla legge anti-Lgbtq"
Esteri / Jeff Bezos ringrazia i dipendenti e i clienti Amazon: “Avete pagato il mio volo nello spazio”
Esteri / C'è anche Macron nella lista dei probabili spiati col software Pegasus