Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:36
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

India, piccione scagionato e liberato dopo 3 anni di detenzione: era accusato di essere una spia del Pakistan

Immagine di copertina
Credits: Pixabay

India, “è una spia del Pakistan”: piccione liberato dopo 3 anni di detenzione

Ha i contorni dell’incredibile la vicenda avvenuta in India con protagonista un piccione, finito addirittura a processo con l’accusa di essere una spia del Pakistan: dopo tre anni di detenzione, l’animale è stato scagionato e liberato e ha potuto ricongiungersi con il suo padrone, un pescatore pakistano. Tutto era partito nell’ottobre 2016 quando il piccione, che stava volando sul territorio conteso tra Pakistan e India (il Kashmir, la cui sovranità è contesa da decenni dai due Paesi), è stato catturato da alcuni cittadini indiani. Nonostante le richieste del proprietario di restituirgli l’animale, gli abitanti si sono insospettiti per una serie di numeri scritti sulle zampe del piccione e allora hanno denunciato il fatto alla polizia.

Il piccione, incredibile ma vero, è finito dunque a processo: quei numeri sulle zampe sono stati infatti considerati un messaggio in codice destinato ai combattenti islamisti filo-pakistani che operano nel territorio conteso. In questi tre anni, però, il pescatore non si è mai arreso e ha continuato a sostenere l’innocenza del suo amico pennuto, spiegando che quelle cifre sulle zampe non erano altro che il suo numero di cellulare, da chiamare in caso di smarrimento dell’uccello. Solo adesso, dopo tutto questo tempo, il volatile è stato prosciolto dall’accusa di spionaggio perché “il fatto non sussiste”. Si conclude così quello che passerà alla storia come un vero e proprio caso di malagiustizia in India.

Non è neanche la prima volta che un piccione viene “arrestato” dopo aver volato al confine tra India e Pakistan: sempre nel 2016 un altro volatile era stato catturato dopo che, alla sua zampa, era stato trovato un biglietto minatorio diretto al primo ministro Narendra Modi. Anche nel 2015 un piccione, sospettato di spionaggio, era stato passato ai raggi infrarossi dalle milizie indiane in cerca di telecamere nascoste, trasmettitori o microchip. Stessa cosa accaduta nel 2013 con un falco, che però effettivamente aveva una piccola telecamera addosso.

Leggi anche: 1. La foto che mostra un nido di piccione fatto con le siringhe dei tossicodipendenti / 2. Oltre un milione di euro per un piccione ‘da corsa’: asta record aggiudicata da un cinese / 3. È stato catturato un piccione che trasportava 178 pillole di ketamina

Ti potrebbe interessare
Esteri / Studente italiano ucciso a New York, ferito anche un altro connazionale. Arrestato l'aggressore
Esteri / Ambiente, lavoro, giovani e cannabis legale: la Germania prepara la rivoluzione culturale che investirà l’Europa
Esteri / L’addio commosso di Angela Merkel: “Grazie per la fiducia”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Studente italiano ucciso a New York, ferito anche un altro connazionale. Arrestato l'aggressore
Esteri / Ambiente, lavoro, giovani e cannabis legale: la Germania prepara la rivoluzione culturale che investirà l’Europa
Esteri / L’addio commosso di Angela Merkel: “Grazie per la fiducia”
Esteri / Copenaghen, 31 persone trascorrono la notte nel negozio Ikea isolato dalla neve
Esteri / Un quiz per scoprire quanto ne sai sull’Hiv (e smontare le false credenze)
Esteri / India, i bambini muoiono per lo smog. Un decesso su dieci sotto i cinque anni è per l’inquinamento
Esteri / Dalla Francia a Israele: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale