Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

India, decisione storica: i pellegrini di religione sikh potranno entrare in Pakistan senza visto

Immagine di copertina
Credit: Ansa

India e Pakistan hanno firmato questa mattina un accordo, già definito storico dai commentatori per l’apertura del cosiddetto corridoio di Kartarpur, una striscia di sei chilometri di “terra di nessuno”, in territorio pachistano, che consentirà ai pellegrini indiani di religione sikh di entrare in Pakistan dal Punjab e raggiungere direttamente a Kartarpur, il tempio dedicato al fondatore della loro religione, Guru Nanak, senza bisogno di visto e senza dover attraversare la frontiera.

L’accordo prevede che ogni giorno 5000 pellegrini indiani potranno utilizzare il corridoio, pagando cascuno un “biglietto” di 20 dollari.

La cerimonia di firma dell’accordo si è svolta al Kartarpur Zero Point, lungo il confine tra India e Pakistan. Il corridoio sarà inaugurato il prossimo 9 novembre, in tempo per festeggiare il 550 esimo compleanno di Guru Nanak: la presenza del premier Modi è stata annunciata, ma non ancora confermata.

Il terminal sul lato indiano, con parcheggi, shopping center, aree di ristoro, alberghi, zone di preghiera, ha la forma del “khanda”, simbolo indiano dell’unità e dell’umanità, e si estende su un’area di otto ettari: lo ha costruito, a tempi di record, la Land Port Authority indiana.

L’accordo arriva dopo un periodi di tensioni tra India e Pakistan. Lo scorso agosto, infatti, il premier nazionalista indiano, Narendra Modi, ha deciso di revocare l’autonomia del Kashmir, regione a maggioranza musulmana al confine con il Pakistan.

La mossa ha riacceso le tensioni tra Delhi e Islamabad, in un’area che Bill Clinton aveva definito “il luogo più pericoloso del mondo”.

Da più di 70 anni il territorio del Kashmir è conteso tra India e Pakistan. Lo statuto speciale della regione infatti permetteva al Kashmir di prendere decisioni autonome su questioni rilevanti attraverso il Parlamento locale.

La crisi India-Pakistan come non si vedeva dal 1971: testa a testa tra le due potenze nucleari

Qui tutte le ultime notizie di esteri

Ti potrebbe interessare
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Ti potrebbe interessare
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown
Esteri / Iran, ragazzo di 20 anni decapitato dai suoi familiari perché gay
Esteri / L’uomo con 151 figli e 16 mogli: “Il mio lavoro è soddisfarle sessualmente”