Me

India, bambina di otto anni stuprata, torturata e uccisa. Condannati sei uomini

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 10 Giu. 2019 alle 11:48 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 22:59
Immagine di copertina

India: bambina stuprata, torturata e uccisa. Condannati sei uomini

India bambina stuprata e uccisa condannati sei uomini – Colpevoli di aver stuprato, torturato e ucciso una bambina di otto anni. Un tribunale indiano ha emesso il suo verdetto sul caso di Asifa Bano, una bambina che, nel gennaio 2018 era stata violentata e assassinata e il cui cadavere era stato ritrovato in una foresta vicino a Kathua del Kashmir indiano.

Tre di loro sono stati giudicati colpevoli dell’omicidio e rischiano la pena di morte, mentre gli altri tre sono stati accusati di aver occultato le prove.

La sentenza è attesa in giornata.

Tra gli imputati vi sono un funzionario governativo in pensione, quattro agenti di polizia e un minore, figlio di uno dei condannati che è stato assolto.

Secondo la madre della bambina, due dei sei condannati, l’ufficiale governativo Sanji Ram e l’ufficiale di polizia Deepak Khajuria, sono le menti che hanno pianificato il crimine, motivo per cui la donna ha chiesto per loro la pena capitale.

Interpellata dalla Bbc subito dopo la sentenza, la mamma di Asifa ha dichiarato: “La faccia di mia figlia mi perseguita ancora e quel dolore non mi lascerà mai. Quando vedo altri bambini della sua età giocare intorno a me, mi spezza il cuore”.

Il caso della piccola, che faceva parte della tribù nomade musulmana dei Bakarwal, aveva scosso l’opinione pubblica del Paese e provocato diverse tensioni tra musulmani e induisti, comunità di cui fanno parte tutti gli aguzzini della bambini.

Il Primo ministro indiano Narendra Modi si era speso in prima persona per richiedere pene esemplari per i colpevoli, mentre il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres fece un appello affinché i responsabili fossero stati assicurati alla giustizia in breve tempo.