Covid ultime 24h
casi +25.853
deceduti +722
tamponi +230.007
terapie intensive +32

Un incendio devasta il campo profughi Moria a Lesbo: migliaia di migranti in fuga

Il campo accoglie circa 12.700 richiedenti asilo ed è il più grande d'Europa

Di Anna Ditta
Pubblicato il 9 Set. 2020 alle 07:25 Aggiornato il 9 Set. 2020 alle 07:54
428

Un vasto incendio è divampato nella notte nel campo profughi di Moria, a Lesbo, che è stato parzialmente evacuato a seguito del rogo. L’incendio, secondo quanto comunicano i vigili del fuoco locali, sarebbe divampato in più punti. Il campo di Moria attualmente accoglie circa 12.700 richiedenti asilo ed è il più grande d’Europa.

Inizialmente sembrava che i roghi fossero frutto di una protesta contro il lockdown imposto per ridurre le possibilità di contagio da Covid-19, ma le autorità greche hanno smentito questa ipotesi sollevata dai media greci. Sembra però che i vigili del fuoco abbiano incontrato resistenze durante i soccorsi. Al momento non risultano feriti, ma migliaia di migranti sono in fuga dalla struttura.

Le misure contro il contagio da Coronavirus sono state imposte dopo che un rifugiato somalo è risultato positivo al Covid-19. Finora nel campo sono stati registrati 35 casi e ora le autorità sanitarie dell’isola hanno programmato più tamponi per le persone che risiedono nel campo.

Leggi anche: 1. Campo di Moria a Lesbo, Msf a TPI: “Qui manca tutto, la gente si accampa sotto gli alberi nel fango” /2. L’uliveto di Lesbo, dove i bambini migranti tornano a sperare: il reportage di TPI

3. Lo psichiatra che cura i migranti a Moria: “Allucinazioni, autolesionismo, suicidi. Un trauma collettivo si consuma alle porte di casa nostra” /4. Vacanze solidali a Lesbo, i volontari della Comunità di Sant’Egidio a TPI: “Esiste un’Italia diversa da quella che respinge”

428
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.