Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:12
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

In Germania è stato trovato l’accordo per il governo di coalizione dopo quattro mesi di stallo

Immagine di copertina
Angela Merkel e Martin Schulz. Credit: John MACDOUGALL/AFP

In Germania, a quattro mesi dalle elezioni, i socialdemocratici e i conservatori hanno raggiunto un accordo sul governo di coalizione.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

A metà gennaio i due grandi partiti erano giunti alla decisione di formare una Grosse Koalition, che dopo le elezioni sembrava invece una eventualità impraticabile.

L’ultimo ostacolo era quello di decidere i ministri che faranno parte dell’esecutivo e come distribuirli tra le varie forze.

Secondo i media tedeschi, la Spd potrebbe aver ottenuto il ministero degli Esteri, del Lavoro e delle Finanze. Alla Csu di Merkel dovrebbero andare gli Interni. Nelle prossime ore si attendono notizie più dettagliate.

Un’infografica della Bbc mostra come appare il parlamento tedesco uscito dalle elezioni del settembre 2017:

Il congresso dei socialdemocratici tedeschi dell’Spd riunito a Bonn ha votato a favore del governo di coalizione con l’Unione cristiano democratica di Angela Merkel lo scorso 21 gennaio.

362 delegati del partito hanno votato a favore della mozione sostenuta dal leader Martin Schulz, mentre i contrari sono stati 279.

La Germania era in stallo politico da oltre tre mesi, nei quali la rieletta cancelliera Merkel sembrava non riuscire a trovare alleati di governo.

Fallito il tentativo della coalizione “Giamaica” con la FPD, i liberali di Christian Lindner, sembrava che i tedeschi dovessero tornare alle urne, dato che Angela Merkel aveva dichiarato di preferire nuove elezioni alla creazione di un governo di minoranza, ma il presidente della Repubblica federale tedesca ha insistito affinché le trattative proseguissero.

All’indomani delle elezioni, una nuova Grosse Koalition sembrava impossibile: i due primi partiti di Germania si sono affrontati in una campagna elettorale serratissima, schierandosi in posizioni opposte su quasi ogni tema.

 

Una volta trovato l’accordo definitivo però, questo dovrà essere sottoposto a un referendum a cui voteranno i 460mila iscritti della Spd. Solo a quel punto sarà possibile sapere con certezza se la Grosse Koalition si farà.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Ucraina, la Nato annuncia l’invio di forze in Europa orientale. Il Cremlino: “L’Occidente aumenta le tensioni“
Esteri / Anche l’Economist volta le spalle a Draghi: “La sua candidatura al Quirinale un male per l’Italia e l’Europa”
Esteri / Un uomo è sopravvissuto dopo aver viaggiato per 10 ore nel carrello di un aereo partito dal Sudafrica
Ti potrebbe interessare
Esteri / Ucraina, la Nato annuncia l’invio di forze in Europa orientale. Il Cremlino: “L’Occidente aumenta le tensioni“
Esteri / Anche l’Economist volta le spalle a Draghi: “La sua candidatura al Quirinale un male per l’Italia e l’Europa”
Esteri / Un uomo è sopravvissuto dopo aver viaggiato per 10 ore nel carrello di un aereo partito dal Sudafrica
Esteri / Usa ordinano alle famiglie dei diplomatici di lasciare l’Ucraina. Sconsigliano viaggi anche in Russia
Esteri / Usa, rifiuta di indossare una mascherina in volo e si abbassa i pantaloni: 29enne rischia fino a 20 anni
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Esteri / L’Ucraina accusa la Russia: “Ha aumentato le forniture militari a separatisti”
Esteri / L’Austria approva l’obbligo vaccinale: è il primo Paese in Europa