Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 11:05
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Un addetto alle pulizie ha trovato un feto nel bagno di un aereo della American Airlines

Immagine di copertina
Credit: Getty

Il velivolo era atterrato la sera prima all'aeroporto LaGuardia di New York. Secondo il medico legale, l'età gestazione del feto era di cinque mesi

Un feto è stato trovato all’interno di un bagno su un aereo dell’American Airlines. Il feto è stato trovato mentre l’aereo veniva pulito prima di un nuovo volo.

È il secondo caso in pochi giorni: il 25 luglio, su un volo della compagnia Air Asia diretto in India, l’equipaggio ha ritrovato un feto morto nel bagno dell’aereo. Il corpo del bambino è stato trovato mentre l’aereo veniva preparato per l’atterraggio a Delhi, in India.

Stessa dinimica per l’ultimo episodio. Un operatore ha notato qualcosa di strano proprio mentre era intento a pulire la toilette dell’aereo. L’uomo ha riferito di aver visto “molta carta igienica nella sezione del water”, ha detto un portavoce della compagnia aerea.

Un addetto alle pulizie della American Airlines ha scoperto il feto all’interno del bagno vuoto dell’aereo che era impegnato a pulire martedì mattina, mentre il velivolo era fermo all’aeroporto LaGuardia di New York, come ha confermato un portavoce della compagnia aerea.

È stata aperta un’inchiesta su quanto accaduto, ma un portavoce dell’Ufficio medico capo della città di New York ha rivelato a BuzzFeed News un dettaglio ancora più inquietante di quanto già non fosse l’intera vicenda.

L’età gestazionale del feto ritrovato nel bagno dell’aereo era stimata di cinque mesi.

L’aereo era volato da Charlotte, nella Carolina del Nord, e era atterrato all’aeroporto LaGuardia verso le undici, ora locale, secondo il portavoce di American Airlines, Justin Franco.

Dopo che tutti i passeggeri hanno lasciato l’aereo, il velivolo è stato rimorchiato vicino a un hangar, dove è rimasto parcheggiato durante tutta la notte, ha aggiunto.

Il mattino seguente, i dipendenti dell’American Airlines stavano preparando l’aereo per il volo, “quando uno dei membri dell’equipaggio, un addetto alle pulizie, è entrato nei gabinetti a bordo dell’aero, ha notato che c’era molta carta igienica nella sezione del water del lavabo, e guardando attentamente ha visto il feto”, ha detto ancora Franco.

Il membro dell’equipaggio ha immediatamnete avvertito il suo manager. Poi è stata la compagnia aerea a comunicare il fatto alle forze dell’ordine.

Franco ha detto che quell’aereo avrebbe dovuto decollare alle 7.15 del mattimo con il volo AA 894, ma a causa delle indagini, i passeggeri sono stati trasferiti su altri aerei.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Hong Kong: dopo gli arresti chiude l’Apple Daily, principale quotidiano pro-democrazia
Esteri / Il presidente delle Filippine Duterte minaccia l’arresto per chi rifiuta il vaccino
Esteri / Madrid concede la grazia ai separatisti catalani condannati per il referendum del 2017
Ti potrebbe interessare
Esteri / Hong Kong: dopo gli arresti chiude l’Apple Daily, principale quotidiano pro-democrazia
Esteri / Il presidente delle Filippine Duterte minaccia l’arresto per chi rifiuta il vaccino
Esteri / Madrid concede la grazia ai separatisti catalani condannati per il referendum del 2017
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Esteri / “Le guardie libiche violentano le minorenni nei centri di detenzione”
Esteri / Svezia, sfiduciato il governo per la prima volta. Scontro sulla legge per liberalizzare gli affitti
Esteri / “L’Unione Europea ha un piano per tagliare le serie tv britanniche da Netflix e Amazon”
Esteri / Cina, il Covid non ferma il festival di Yulin: “Trucidati migliaia di cani”
Esteri / Quell’umanità in fuga tra macerie e ricordi
Esteri / Un “caso Floyd” in Europa: vittima un uomo di etnia Rom