Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:16
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Erdogan smentisce di voler rovesciare Assad

Immagine di copertina

Il presidente turco ha detto che lo scopo delle operazioni militari turche in Siria è di combattere i gruppi terroristici, forse spinto dalle pressioni della Russia

Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan fatica a chiarire lo scopo delle operazioni militari condotte da Ankara in Siria. 

Martedì 29 novembre, Erdogan aveva detto che l’obiettivo delle forze armate turche in Siria è quello di mettere fine al regime del presidente siriano Bashar al-Assad.

“Ritengo che in Siria siano rimaste uccise quasi un milione di persone. Queste morti continuano e non fanno distinzioni tra uomini, donne e bambini. Dove sono le Nazioni Unite? Cosa stato facendo? Sono in Iraq? No. Abbiamo predicato la pazienza, ma non potevamo più resistere e siamo entrati in Siria al fianco dell’esercito siriano libero [Fsa]. Perché siamo entrati? Non abbiamo mire sul territorio siriano. La questione è consegnare la terra ai suoi legittimi proprietari. Ci troviamo lì per ristabilire la giustizia, per mettere fine al regno del tiranno Assad, che usa il terrorismo di stato. Non siamo entrati per nessun altra ragione”, ha dichiarato il presidente turco.

Ha ritrattato due giorni dopo, forse spinto dalle richieste di spiegazioni provenienti dal Cremlino. La Russia è il principale e più potente sostenitore di Damasco.

L’1 dicembre Erdogan ha detto che le operazioni militari turche in Siria non sono dirette “contro un paese o una persona in particolare, ma contro le organizzazioni terroristiche”.

Il 24 agosto Ankara ha lanciato l’operazione Scudo dell’Eufrate con lo scopo di ripulire i territori lungo il confine meridionale della Turchia dai miliziani dell’Isis e dalle forze curde siriane, considerato un gruppo terroristico affiliato al Pkk.

La scorsa settimana sei soldati turchi sono rimasti uccisi in tre diverse circostanze: quattro in un presunto attacco da parte delle forze governative siriane e due in altrettanti attentati compiuti dal sedicente Stato islamico.

Nella tarda serata del 29 novembre, inoltre, le forze armate turche hanno perso contatto con due soldati di stanza in Siria. L’Isis ne ha rivendicato il rapimento attraverso la propria agenzia di stampa Amaq, dichiarando di averli sequestrati nei pressi del villaggio di al-Dana, a nordovest di al-Bab.

Il 30 novembre cinque soldati turchi sono rimasti feriti nel corso degli scontri con i miliziani estremisti nella stessa area e trasportati oltre confine negli ospedali di Gaziantep e Kilis. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Chi era Thomas Matthew Crooks, l’attentatore di Donald Trump | VIDEO
Esteri / Spari contro Trump a un comizio in Pennsylvania: l’ex presidente ferito all’orecchio. Ucciso l’attentatore. Una vittima tra il pubblico, due feriti gravi
Esteri / La Russia bandisce il Moscow Times: è una “organizzazione indesiderabile”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Chi era Thomas Matthew Crooks, l’attentatore di Donald Trump | VIDEO
Esteri / Spari contro Trump a un comizio in Pennsylvania: l’ex presidente ferito all’orecchio. Ucciso l’attentatore. Una vittima tra il pubblico, due feriti gravi
Esteri / La Russia bandisce il Moscow Times: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Come sarebbe il mondo con un Trump bis
Esteri / Cosa rivelano sull’America le proteste alla Columbia University contro la guerra nella Striscia di Gaza
Esteri / Il precedente Eagleton: quando il senatore democratico rinunciò alla corsa alla vicepresidenza degli Usa
Esteri / Altri quattro anni? Cosa succederebbe se Joe Biden vincesse le elezioni presidenziali negli Stati Uniti
Esteri / Reportage TPI – Così il turismo si è mangiato il Costa Rica
Esteri / Iran: Usa condannati a pagare quasi 6,8 mld dlr per gli effetti delle sanzioni sui pazienti affetti da una malattia rara
Esteri / Orban incontra Trump: “Abbiamo discusso di pace: risolverà tutto lui” | VIDEO