Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:57
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Elezioni Polonia, seggi aperti: si prevede una nuova vittoria del partito di governo euroscettico e populista

Immagine di copertina

Elezioni Polonia 2019, seggi aperti per le elezioni politiche

Si sono aperti questa mattina alle 7, ora italiana, i seggi in Polonia, dove oggi domenica 13 ottobre 2019 si tengono le elezioni politiche. Si attende una nuova vittoria del partito di destra “Diritto e giustizia” (Pis) del leader Jaroslaw Kaczynski. Non è scontata però la maggioranza assoluta almeno in uno dei due rami del parlamento a causa dell’alleanza dei partiti di opposizione.

Alle precedenti elezioni che si sono tenute nel 2015 il Pis aveva ottenuto il 37,6 per cento dei voti e il controllo della Camera (235 seggi su 460) e del Senato (61 su 100) consentendo al premier Mateusz Morawiecki di imporre riforme che, secondo l’Unione europea, mettono a rischio lo stato del diritto.

L’opposizione formalmente è divisa in tre blocchi: il principale è quello centro-liberale di “Coalizione civica” (Ko); poi c’è “La Sinistra” (Lewica) e la rurale “Coalizione polacca” (Kp).

Secondo sondaggi, il Pis – che ha condotto una campagna elettorale insistendo su welfare e valori morali – dovrebbe vincere con un 40-43% delle preferenze ma le tre coalizioni potrebbero superarlo raccogliendo un totale di 43-51% a seconda delle rilevazioni. I seggi chiudono alle 21, quando saranno diffusi exit-poll.

A maggio 2019 il partito Diritto e Giustizia aveva vinto le elezioni europee con il 43,1 per cento dei voti, seguito dalla Coalizione Europea con 38,4 per cento e terzo posto al partito “Primavera” con il 6,7 per cento.

Il partito al governo, euroscettico e conservatore, è stato accusato di violare lo stato di diritto e di aver costruito in Polonia uno regime semi-autoritario. L’anno scorso l’Ue aveva deferito il governo polacco alla Corte di giustizia europea, con l’accusa di non riconoscere il principio di separazione dei poteri.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Una nuova catastrofe”: Come è iniziato il peggior conflitto degli ultimi anni tra Israele e Gaza
Cronaca / “La pandemia poteva essere evitata”: l’inchiesta indipendente che riscrive la storia del Covid
Esteri / Colorado, strage alla festa di compleanno: “Ha ucciso perché non era stato invitato al party”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Una nuova catastrofe”: Come è iniziato il peggior conflitto degli ultimi anni tra Israele e Gaza
Cronaca / “La pandemia poteva essere evitata”: l’inchiesta indipendente che riscrive la storia del Covid
Esteri / Colorado, strage alla festa di compleanno: “Ha ucciso perché non era stato invitato al party”
Esteri / Moni Ovada: “Sono ebreo ma Israele fa una politica infame e strumentalizza la Shoa”
Esteri / India, attore 35enne muore di Covid e lascia un video di denuncia: “Sarei sopravvissuto con cure giuste”
Esteri / Ora è guerra Hamas-Israele: “Lanciati oltre 200 razzi”. Netanyahu: “Continueremo a colpire”
Esteri / Unicef: "Sono i bambini di Gaza a pagare il prezzo più alto: 9 morti e 43 feriti"
Esteri / La campagna del governo cinese per impedire alle donne musulmane dello Xinjiang di avere figli
Esteri / Per la prima volta una donna alla guida del Washington Post: la nuova direttrice è Sally Bazbee
Esteri / Cipro, peschereccio italiano speronato da barche turche