Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:54
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Elezioni in Perù, il candidato di sinistra Castillo è avanti. La populista Fujimori: “Irregolarità e brogli”

Immagine di copertina
Credit: EPA/MARTIN MEJIA POOL

Il candidato della sinistra Pedro Castillo è in testa nella corsa per le elezioni presidenziali in Perù, dove domenica scorsa ha sfidato al ballottaggio la rivale di destra, Keiko Fujimori. Nel Paese sudamericano è ancora in corso, presso la sede dell’Ufficio nazionale dei processi elettorali (Onpe), lo spoglio delle schede. Castillo conta attualmente ha quasi 100mila voti di vantaggio su Fujimori, e le schede scrutinate sono a circa il 96 per cento del totale. Secondo quanto riporta l’Ansa, il leader di Perú Libre ha ottenuto il 50,29 per cento dei voti, mentre la candidata di Fuerza popular ha raccolto il 49,71 per cento.

Fujimori è intervenuta per denunciare “irregolarità” e “segnali di truffa” alle elezioni. “C’è una chiara intenzione di sabotare la volontà del popolo”, ha detto durante una conferenza stampa, con foto e video a sostegno, inclusa l’immagine dei risultati in un piccolo villaggio che ha segnato la vittoria del suo rivale per 187 voti a zero. La missione di osservazione dell’Organizzazione degli stati americani (Osa) però non ha individuato incidenti di rilievo. “Il conteggio delle schede è avvenuto secondo le procedure ufficiali”, ha detto. Castillo, che rivendica le sue origini provinciali, ha ottenuto i voti delle campagne e delle zone remote della foresta amazzonica, a lui favorevoli.

Al primo turno delle elezioni presidenziali in Perù Castillo aveva conquistato il 19 per cento dei voti, mentre Fujimori si era fermata al 13. Fino a poche settimane fa i sondaggi davano il candidato di sinistra in discreto vantaggio sulla rivale, ma secondo alcuni sondaggi nell’ultimo mese Fujimori aveva recuperato il distacco. Pedro Castillo, 51 anni, è un ex insegnante e guida il partito di ispirazione marxista Perú Libre. Keiko Fujimori, 46 anni, è la leader del partito populista di destra Fuerza popular ed è nota soprattutto per essere la figlia di Alberto Fujimori, che fu presidente del Perù dal 1990 al 2000, e governò in maniera autoritaria.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Ti potrebbe interessare
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Esteri / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa: primo caso rilevato in Belgio
Esteri / Dalla Germania alla Cina: le notizie dal mondo di questa settimana