Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 16:32
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La motociclista che vuole gareggiare in Iran

Immagine di copertina

Behnaz Shafiei è una tra le poche donne cui è permesso guidare su circuiti motociclistici, anche se non può partecipare alle gare

Sulle colline polverose di Hashtgerd, che si trova circa 65 chilometri a ovest di Tehran, la capitale dell’Iran, un motociclista su una moto truccata arriva rombando lungo una pista, sfidando salti ripidi e curve pericolose.

Con addosso una brillante tuta nera e arancione, il motociclista sembra uguale a qualsiasi altro, finché non si toglie il casco. È una donna.

“Quando la gente lo scopre, si fermano e dicono damet-garm – ‘cavolo!’ -“, ha detto Behnaz Shafiei al Guardian.

Si sente la benvenuta in quello che senza di lei sarebbe un club motociclistico completamente maschile. Si allena tre volte la settimana: “Mi offrono aiuto quando traino la moto con la macchina o quando incappo in un problema tecnico.”

Behnaz Shafiei ha 26 anni ed è nel primo gruppo di donne motocicliste in Iran che hanno di recente ottenuto il permesso ufficiale di allenarsi su circuiti fuoristrada. È anche l’unica ad aver fatto competizioni professionali su strada.

Anche se Shafiei e una manciata di altre donne motocicliste possono frequentare questi club, a loro non è ancora permesso di iscriversi alle corse su piste ufficiali, incluse quelle del magnifico complesso sportivo di Azadi, al momento aperto esclusivamente agli uomini.

Alle donne in Iran è vietato guidare la moto in pubblico, e non possono ottenere la patente per guidare la moto, anche se è loro consentito partecipare ad altri sport, come le arti marziali o i rally automobilistici.

Ma le cose stanno cominciando a cambiare. La storia di Shafiei ha attirato interesse per le motocicliste iraniane. Un quotidiano nazionale l’ha recentemente fotografata e la televisione di stato ha trasmesso una sua intervista.

Shafiei spera che presto le sarà anche permesso di competere nelle gare ufficiali.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"