Una donna è stata violentata da quattro uomini che poi l’hanno uccisa e hanno bruciato il suo corpo

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 2 Dic. 2019 alle 14:58
545
Immagine di copertina

Una donna è stata violentata da quattro uomini, che poi l’hanno uccisa e bruciato il suo corpo

Arriva dall’India la storia dell’ennesimo femminicidio: una donna è stata violentata da quattro uomini, che poi l’hanno uccisa e hanno bruciato il suo corpo. I quattro sono stati arrestati e sulle loro teste pendono le accuse di violenza sessuale di gruppo ai danni di una ragazza di 27 anni e di omicidio.

L’episodio drammatico e raccapricciante ha colpito molto la popolazione: centinaia di persone, mosse dall’indignazione, sono scese in strada e hanno protestato manifestando davanti alla stazione di polizia in cui sono stati portati i quattro accusati dello stupro e della morte della 27enne.

Ma non solo: le manifestazioni di protesta sono state così forti che la polizia ha chiesto l’intervento di rinforzi per poter contenere la folla inferocita. Secondo quanto si legge sui media, la polizia avrebbe riferito che la donna era sparita lo scorso mercoledì 27 novembre.

La ragazza, una giovane veterinaria, avrebbe lasciato il suo scooter incustodito e una volta tornata a prenderlo lo ha trovato con uno pneumatico a terra. A quel punto si sono fatti avanti i quattro, che si sono offerti di darle una mano. Non lo sapeva, la 27enne, che erano stati proprio loro a bucare la sua gomma.

La ragazza ha chiamato la sorella, avvertendola di avere un problema con il suo mezzo e aggiungendo che quattro uomini si erano proposti di aiutarla. “Aveva parcheggiato la sua moto vicino al casello e poi prenotato un taxi per andare al suo appuntamento”, ha detto sua sorella ai giornali locali. “È tornata intorno alle 21.00 e ha scoperto che una delle gomme del suo veicolo era forata. Un camionista si è offerto di ripararla e le ha chiesto di aspettare”. La sorella ha riferito anche che la vittima le aveva detto che aveva paura perché era molto tardi.

La ragazza ha detto che ha provato a chiamare ancora sua sorella più tardi, ma il cellulare era spento. La famiglia della donna si è precipitata sul posto e l’ha cercata, andando a denunciarne la scomparsa poco dopo alla polizia.

Il giorno dopo è stato ritrovato quel che restava del suo corpo, dato alle fiamme e carbonizzato.

“Quella giovane è morta, altre sono morte, ogni venti minuti in India si consuma uno stupro”, ha urlato una donna che ha manifestato davanti al Parlamento di New Delhi. “Sono stanca di vedere episodi come questi”, ha aggiunto ancora la donna.

Ragazza stuprata a Roma, si indaga per violenza sessuale di gruppo

545
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.