Me

Una donna offre la cena a un gruppo di senzatetto, ma il locale li caccia

Succede nel Kentucky: il ristorante ha mandato via tutti, senza permettere nemmeno di utilizzare il bagno

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 15 Set. 2019 alle 17:11
Immagine di copertina
Succede a Louisville, nel Kentucky

Una donna offre la cena a dei senzatetto, ma il ristorante li caccia

La storia arriva dagli Stati Uniti, nel Kentucky, dove a Louisville, una donna, Shannon Gridley – protagonista della vicenda – si è imbattuta in un gruppo di senzatetto e ha deciso di offrire loro la cena, ma il ristorante in cui li ha portati li ha rifiutati, cacciandoli dal locale.

Shannon voleva solo essere gentile con quel gruppo di persone senza fissa dimora che ha incontrato per strada mentre tornava a casa, lo scorso martedì 10 settembre. Stava attraversando un cavalcavia, Shannon, quando si è imbattuta in tre persone sedute a terra.

“Quello è un posto in cui si riuniscono spesso i senzatetto”, ha riferito Shannon Gridley raccontando la storia alla tv locale Whas Tv. Quando la donna ha visto i tre, ha deciso di fermarsi e aiutarli. “Ho parcheggiato la macchina, mi sono avvicinato e ho chiesto se avessero fame. Loro mi hanno risposto che ne avevano”.

A quel punto Shannon ha fatto l’unica cosa che chiunque vedendo un altro in difficoltà dovrebbe fare: ha deciso di aiutare quei tre uomini, comprando loro del cibo. Ma non solo a loro: la donna, 44 anni, ha deciso di invitare a cena circa venti persone nel vicino locale Taco Bell.

La sua gentilezza, però, non è stata apprezzata proprio da tutti. Al locale, infatti, una guardia della sicurezza ha iniziato a fare delle domande agli ospiti di Shannon. A quel punto la donna è intervenuta: “Ho alzato la mia carta di credito e ho detto: ‘Tutte queste persone ordineranno quello che vogliono e io pagherò per loro”, ha riferito la donna al Courier-Journal.

A quel punto il cassiere del locale ha chiesto ai suoi dipendenti di preparare il cibo da portar via, non permettendo quindi a quelle persone di mangiare nel ristorante. Secondo quanto raccontato dalla 44enne i camerieri avrebbero addirittura impedito ai suoi ospiti di usare il bagno.

“È disumano. Non hanno permesso loro nemmeno di lavarsi le mani prima di mangiare”, ha detto ancora la donna.

Dai piani alti della catena del locale di Louisville hanno fatto sapere che è stata aperta un’indagine interna sull’incidente. E non solo: la dirigenza si dice pronta a collaborare con le realtà locali che aiutano i senzatetto. Intanto, però, Shannon ha riferito ai media locali che spera che Taco Bell migliori il suo servizio clienti.

“Dovrebbero essere più sensibili. Non sto chiedendo un trattamento speciale, ma semplicemente umano”, ha detto la donna.

“Ho vissuto 25 anni da senzatetto, se volete davvero aiutarli ecco l’unica cosa che serve”