Covid ultime 24h
casi +16.146
deceduti +477
tamponi +273.506
terapie intensive -35

Dieci guardie di frontiera iraniane sono state uccise al confine con il Pakistan

Il gruppo militante sunnita Jaish al-adl ha rivendicato l'agguato che è l'ultimo di una serie cominciata nel 2013

Di TPI
Pubblicato il 26 Apr. 2017 alle 20:56 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 18:01
0
Immagine di copertina

Dieci guardie di frontiera iraniane sono state uccise da militanti sunniti al confine con il Pakistan. A riferirlo è l’agenzia di stampa Tasnim.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il gruppo responsabile dell’attacco è Jaish al-adl, l’esercito della giustizia, che ha compiuto un agguato nelle province del Sistan e del Baluchistan.

La zona, che si trova a sud-est dell’Iran, è molto instabile a causa dell’attività dei trafficanti di droga e dei militanti separatisti. La popolazione dell’area è in larga misura musulmana sunnita anche se in Iran la maggioranza è sciita.

Il gruppo militante ha messo a segno molti attacchi contro le forze di sicurezza iraniane per denunciare la discriminazione religiosa di cui sarebbero vittime i sunniti della zona. Nel 2015 le guardie morte furono 8, mentre nel 2013 furono 14.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.