Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:17
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Usa, decisione storica della Corte Suprema: “No a licenziamenti su orientamento sessuale”

Immagine di copertina

Usa, Corte Suprema: “No licenziamenti su orientamento sessuale”

“No ai licenziamenti su orientamento sessuale”: con una decisione storica la Corte Suprema Usa ha stabilito nella giornata di lunedì 15 giugno 2020 che nessuna persona può essere allontanata dal proprio posto di lavoro perché gay o transgender. La decisione è stata presa a maggioranza con una votazione di 6 a 3 e con il presidente della Corte John Roberts e il giudice conservatore Neil Gorsuch che hanno votato con i giudici di nomina democratica. Nella sentenza i giudici spiegano che “un datore di lavoro che licenzia un dipendente perché gay o transgender viola il Titolo VII”. Il riferimento è al principio contenuto nel Civil Rights Act del 1964 che vieta qualsiasi discriminazione sulla base del sesso, e che include identità di genere e orientamento sessuale.

Nuovo video sulla morte di George Floyd, la polizia ignora le suppliche dei passanti

La possibilità di rendere possibili i licenziamenti dei transessuali era stata avanzata dall’amministrazione Trump ormai un anno fa quando aveva chiesto alla Corte Suprema di legalizzare la possibilità di mandare via dal posto di lavoro una persona per il suo orientamento sessuale. Secondo l’opinione dei membri del Dipartimento di Giustizia, infatti, chi aveva firmato il Civil Rights Act nel 1964 non aveva in mente la lotta alle discriminazioni contro le persone bisessuali, gay o trans ma soltanto quelle tra uomo e donna e tra bianchi e afroamericani. Un’opinione smentita dalla storica decisione della Corte Suprema arrivata nella giornata di lunedì 15 giugno.

Leggi anche: Usa, Trump chiede di legittimare il licenziamento delle persone transgender

Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Ungheria evoca l’uscita dall’Ue: “Possibile nel 2030, quando dovremo dare più di quanto riceviamo”
Esteri / A Wuhan torna l’incubo lockdown: isolato un quartiere e chiuse le scuole
Esteri / Bielorussia, ritrovato morto impiccato il dissidente anti Lukashenko scomparso a Kiev
Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Ungheria evoca l’uscita dall’Ue: “Possibile nel 2030, quando dovremo dare più di quanto riceviamo”
Esteri / A Wuhan torna l’incubo lockdown: isolato un quartiere e chiuse le scuole
Esteri / Bielorussia, ritrovato morto impiccato il dissidente anti Lukashenko scomparso a Kiev
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson
Esteri / Vettel contro Orban: indossa la maglietta pro Lgbt. “Sostengo chi soffre, squalificatemi”
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”