Covid ultime 24h
casi +24.099
deceduti +814
tamponi +212.714
terapie intensive -30

Coronavirus, ultime news: 11 decessi negli Usa, primo morto in California

I casi di coronavirus accertati nel mondo sono 90.870. Nelle ultime 24 ore 1.922 nuovi contagi, l'80 per cento in Italia, Iran e Corea del Sud

Di Redazione TPI
Pubblicato il 4 Mar. 2020 alle 07:44 Aggiornato il 4 Mar. 2020 alle 22:06
1.7k

Coronavirus ultime notizie, l’Oms: “Morto il 3,4 per cento dei contagiati, non è una semplice influenza”

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE – I casi di coronavirus accertati nel mondo sono 90.870, secondo quanto riferisce l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms). In Cina si registrano 130 nuovi casi, che fanno salire il numero delle persone contagiate a 80.304, mentre i morti per il Covid-19 sono 2.946. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 1.922 nuovi casi di coronavirus, l’80 per cento dei quali si concentrano in Italia, Iran e Corea del Sud. La Cina ha registrato oggi altri 38 morti (il totale sale a 2.981), ma anche un calo dei nuovi casi per il terzo giorno consecutivo. I nuovi casi sono 119, contro i 125 di ieri. Tutte le vittime tranne una sono state accertate nella provincia dell’Hubei, dove si registrano anche 115 dei 119 contagiati. I contagi complessivi sono più di 80.200. La Corea del Sud ha registrato 516 contagi da coronavirus, che portano il totale a 5.328. Il numero delle vittime è salito da 28 a 32.  Qui tutte le ultime notizie sul Coronavirus dall’Italia, di seguito invece gli aggiornamenti sulla situazione nel mondo:

Ore 22,00 – Primo morto in California, totale decessi Usa 11 – Sale a 11 il bilancio dei morti di coronavirus negli Stati Uniti. L’ultimo decesso è avvenuto in California, il primo nello Stato: si tratta di una persona anziana con problemi di salute che era stata in crociera a bordo di una Princess tra l’11 e il 21 febbraio scorso.

Ore 21,30 – Macron e Trump pronti a collaborare in quadro G7 – Il presidente francese Emmanuel Macron e il presidente americano Donald Trump hanno concordato di sviluppare, nell’ambito del G7, un coordinamento sanitario, scientifico ed economico per combattere il coronavirus, lo ha dichiarato la presidenza francese. “Ottima discussione con Donald Trump. Per agire meglio di fronte a Covid-19, siamo pronti a coordinare la nostra risposta in materia scientifica, sanitaria ed economica, nel quadro della presidenza americana del G7”, ha scritto il presidente francese in un tweet pubblicato dopo la discussione telefonica tra i due capi di Stato. Macron e Trump si sono trovati d’accordo sulla necessità di attuare “una risposta più efficace” per affrontare l’epidemia che colpisce molti paesi, ha detto la Presidenza francese. Quest’anno gli Stati Uniti sono il presidente del G7 e Donald Trump accoglierà i suoi omologhi in un summit nella residenza del governo a Camp David, dal 10 al 12 giugno. Questa cooperazione sul coronavirus è particolarmente attesa a livello economico.

Ore 19 – Rimandata l’uscita del nuovo film di James Bond – A causa dell’emergenza Coronavirus, è stata rimandata a novembre 2020 l’uscita del nuovo film con protagonista Daniel Craig nei panni di James Bond, dal titolo “007 – No time to die”. Ad annunciarlo, la pagina Twitter ufficiale di 007: “Il film – si legge – sarà distribuito nel Regno Unito il 12 novembre, mentre le date previste per le varie nazioni saranno comunicate in un secondo momento, e negli Stati Uniti sarà lanciato il 25 novembre”.

Ore 18 – Borrelli: “In Italia 107 morti, 276 guariti e 2.706 contagiati” – Il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, nel corso della conferenza stampa di oggi pomeriggio ha fornito alla stampa i dati aggiornati sull’epidemia di coronavirus in Italia: “Sono 107 le vittime accertate, 276 i pazienti guariti e 2.703 i contagiati”. Tra le persone positive al Covid-19, 1.064 sono in isolamento domiciliare, 1.344 sono ricoverate con sintomi, 295 in terapia intensiva. Questi i dati regionali: 1497 positivi in Lombardia, 516 in Emilia-Romagna, 345 Veneto (Qui tutti i dettagli).

Ore 17,00 – Confermato contagio cane, primo caso uomo-animale – Il cane domestico di Hong Kong che era stato ricoverato in quarantena alla fine di febbraio scorso dopo essere risultato positivo al test per il coronavirus è stato contagiato dal padrone, in quello che appare come il primo caso di trasmissione del virus da uomo ad animale. Lo riferisce il South China Morning Post, che cita le autorità sanitarie di Hong Kong. L’animale domestico era risultato “debolmente positivo” al coronavirus in un primo test, con il dubbio che potesse trattarsi di una contaminazione ambientale.     Il cane rimarrà in regime di quarantena sotto la supervisione del Dipartimento per l’Agricoltura, la Pesca e la Conservazione di Hong Kong, in attesa di ulteriori test. “E’ positivo ai test ed è stato contagiato, e quindi è stato messo in quarantena in un centro del dipartimento”, ha dichiarato la ministro alla Sanità di Hong Kong, Sophia Chan. “Verrano condotti ulteriori test e non verrà rilasciato finché non saranno negativi”.

Ore 15,40 – Lufthansa mette a terra 150 aerei a causa del Coronavirus – La compagnia ha deciso di mettere a terra 150 aerei sugli oltre 750 aeromobili presenti in tutto il mondo: la notizia arriva pochi giorni dopo l’annuncio di un calendario ridotto a causa degli effetti del coronavirus.     “25 aerei a lungo raggio e 125 aerei a corto e medio raggio” non voleranno più”, rende noto all’Afp un portavoce del gruppo che comprende anche i vettori Eurowings, Austrian e Swiss.

Ore 15,21 – Altre 15 morti in Iran. In Iran sono morte altre 15 persone a causa dell’epidemia di coronavirus, portando il totale dei decessi a 92. Il numero dei contagi si avvicina a quota 3 mila, con 586 nuovi casi nelle ultime 24 ore che portano il totale a 2.922. Le province più colpite sono quelle di Teheran e Qom (rispettivamente 253 e 101) ma tutte le 31 province tranne una sono ormai colpite.

Ore 14,44 – Riapre il Louvre, era chiuso da domenica. Il Louvre ha riaperto i battenti dopo essere stato chiuso da domenica per il timore di diffusione del coronavirus. La direzione del museo ha fatto sapere che di fronte alle “preoccupazioni legittime” del personale in merito alla diffusione dell’epidemia di Covd-19, il museo ha deciso di adottare “misure aggiuntive” per assicurare la sicurezza di dipendenti e visitatori. Il Louvre è rimasto chiuso domenica e lunedì dopo che l’assemblea dei lavoratori ha deciso di incrociare le braccia, temendo rischi di contaminazione da coronavirus.

Ore 14,40 – Riad sospende il ‘piccolo pellegrinaggio’. L’Arabia Saudita ha annunciato la sospensione dell’umrah, il cosiddetto piccolo pellegrinaggio, verso le città sante di Mecca e Medina, per timore della diffusione dell’epidemia di coronavirus. La misura si applica a “cittadini e residenti del Regno”, hanno fatto sapere le autorità dopo che la settimana scorsa erano già stati sospesi i visti per i pellegrinaggi ed era stato vietato l’ingresso alle due città sante ai cittadini dei sei Paesi del Golfo.

Ore 14,30 – Germania, è diventata una “pandemia mondiale”. “L’epidemia di coronavirus in Cina è diventata una pandemia mondiale”. Lo ha affermato il ministro della Salute tedesco, Jens Spahn, parlando ai deputati. “la situazione sta cambiando molto velocemente, quello che è chiaro è che non abbiamo ancora raggiunto il picco dell’epidemia”. Finora l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) non ha voluto usare il termine ‘pandemia’, limitandosi a quello di epidemia.

Ore 08,05 – Primo caso importato dall’Italia a Pechino – Primo caso di coronavirus importato dall’Italia a Pechino. Lo riferisce il tabloid Global Times. Nei giorni scorsi erano stati confermati in Cina otto casi positivi di persone contagiate dal coronavirus provenienti da Bergamo, che lavoravano tutte per lo stesso ristorante in Italia e che non erano mai state a Wuhan o nello Hubei, dove è scoppiata l’epidemia. Gli altri casi importati finora in Cina riguardano cinque cittadini provenienti dall’Iran e un cittadino britannico sbarcato a Shenzhen, nel sud-est del Paese. Ieri la municipalità di Pechino aveva annunciato l’imposizione di 14 giorni di quarantena per chi arriva in città da Italia, Iran, Corea del Sud e Giappone, sui timori di un ritorno dell’epidemia portata dall’estero.

Ore 7,33 – Oms, “morto il 3,4 per cento dei contagiati”. “In tutto il mondo circa il 3,4 per cento dei malati di Covid-19 sono morti. A paragone, l’influenza stagionale uccide circa l’1 per cento dei contagiati”. Lo ha detto il capo dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Tedros Ghebreyesus, nel corso della conferenza stampa odierna sull’epidemia da coronavirus in corso.

Ore 7,25 – A New Delhi 15 italiani positivi, in isolamento. Quindici dei 21 turisti italiani che erano stati messi in quarantena in un centro sanitario a New Delhi sono risultati positivi al nuovo coronavirus. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie indiane (l’Aiims, All India Institute Of Medical Sciences​). Il gruppo è parte di una comitiva di turisti lodigiani impegnati in un tour nel Rajastan, in cui c’era una coppia di italiani, risultati positivi al coronavirus, nella capitale Jaipur. Sono tutti in isolamento preventivo da martedì in una struttura militare alle porte di New Delhi, a Chhawla.

Ore 7,15 – Nove vittime negli Usa, tutti in area Seattle. Amazon conferma contagio dipendente.  Il numero dei morti in Usa a causa del coronavirus è salito a nove. I casi sono tutti registrati nell’area di Seattle, nello stato di Washington, dove c’è stato il primo decesso la settimana scorsa e si è registrata la prima epidemia. Il numero totale sale a 106 in tutto il Paese. La California, al momento, è lo stato più colpito con 20 casi. Amazon intanto ha confermato che un dipendente di Seattle è stato contagiato dal coronavirus. La società ha informato i dipendenti.

Leggi anche: 

1. Coronavirus, in arrivo il vademecum per evitare il contagio: stop a eventi sportivi, saluti a distanza, anziani a casa/ 2. Coronavirus, tamponi persi e ricette lanciate dalla finestra: il racconto di un medico

3. Dire “basta allarmismi” ormai è una scemenza: è il momento di sacrificarci, tutti (di Selvaggia Lucarelli) /4. Agenzie di viaggi e operatori del turismo in ginocchio per il coronavirus: “Costretti a chiudere o licenziare, il governo ci aiuti” | VIDEO

5. Parla Sonia, la proprietaria del ristorante cinese di Roma costretto a fermarsi: “I nostri cuochi hanno paura del coronavirus in Italia”

1.7k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.