Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 00:07
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

“Stop al microfono se interrompi”: la Commissione Usa cambia le regole del dibattito dopo lo scontro Trump-Biden

Immagine di copertina

“Cambiano le regole del dibattito presidenziale”: l’annuncio della Commissione Usa

Chiusura del microfono qualora uno dei candidati tenti di interrompere l’altro: è una delle misure al vaglio della Commissione Usa sui dibattiti presidenziali che ha annunciato una revisione del format del dibattito “per garantire una discussione più ordinata” dopo lo scontro tra Donald Trump e l’ex vicepresidente Joe Biden. Dopo aver elogiato Chris Wallace, l‘anchorman di Fox News moderatore dell’incontro-scontro tra il presidente uscente e lo sfidante democratico che ha avuto luogo martedì 29 ottobre a Cleveland, in Ohio, la Commissione ha fatto sapere che “prenderà attentamente in considerazione dei cambiamenti che adotterà e annuncerà a breve”. Il primo dei tre dibattiti presidenziali in programma nelle prossime settimane, quelle che separano gli elettori statunitensi dalle Elezioni del 3 novembre, è stato definito dai commentatori “il peggiore di sempre”, per i toni a dir poco accesi, gli insulti e gli attacchi a muso duro volati tra i due candidati alla presidenza Usa, che secondo gli analisti non hanno aiutato i cittadini indecisi a orientarsi nella scelta.

Una vera “rissa verbale” che, evidentemente, non ha fatto presagire nulla di buono per gli incontri che ancora attendono Trump e Biden, considerato che i dibattiti presidenziali sono per i cittadini appuntamenti solenni nell’ambito di ogni campagna elettorale, con un impatto notevole sul risultato delle elezioni. I due candidati si incontreranno nuovamente a Miami il 15 ottobre. La prossima settimana invece, nello Utah, sarà il momento del dibattito dei candidati vicepresidenti: Kamala Harris contro Mike Pence. A Salt Lake City il livello del dibattito sarà, si spera, tutta un’altra storia.

Leggi anche: 1. “Il peggior dibattito di sempre”: la sfida fra Trump e Biden non aiuta gli elettori a scegliere 2. Elezioni Usa 2020: com’è andato il primo dibattito tv tra Donald Trump e Joe Biden 3. Slogan rimasticati, insulti e un arbitro debole: il match senza il colpo del KO tra Trump e Biden (di G. Gramaglia)

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Se siete in questa chiamata siete licenziati”: manager dà il benservito a oltre 900 dipendenti su Zoom
Esteri / India, adolescente decapita la sorella con l’aiuto della madre
Esteri / Processo a Patrick Zaki: firmato ordine di scarcerazione in attesa dell’udienza del primo febbraio
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Se siete in questa chiamata siete licenziati”: manager dà il benservito a oltre 900 dipendenti su Zoom
Esteri / India, adolescente decapita la sorella con l’aiuto della madre
Esteri / Processo a Patrick Zaki: firmato ordine di scarcerazione in attesa dell’udienza del primo febbraio
Esteri / La foto di famiglia del deputato Usa tra albero di Natale e armi. È polemica
Esteri / Francia, scontri al primo comizio di Zemmour: il candidato di estrema destra afferrato al collo
Esteri / “La vaccinazione può proteggere da questo”, ospedale tedesco mostra tutti farmaci usati contro il Covid in terapia intensiva
Cronaca / Aung San Suu Kyi condannata a quattro anni di carcere
Esteri / Papa Francesco a Lesbo tra i richiedenti asilo: “Fermiamo questo naufragio di civiltà”
Esteri / Orrore in Germania, cinque morti in una casa: tre sono bambini
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI