Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 14:55
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Colpito un ospedale di Medici Senza Frontiere in Yemen

Immagine di copertina

L'incidente è avvenuto nel nordovest del paese, roccaforte dei ribelli sciiti houthi. Non si conosce ancora il responsabile. Intanto 4 morti e 10 feriti

Almeno quattro persone sono rimaste uccise dopo che un missile ha colpito un ospedale supportato dall’organizzazione Medici Senza Frontiere nel nordovest dello Yemen.

L’incidente è avvenuto nella provincia yemenita di Saada, roccaforte dei ribelli sciiti houthi, e ha ferito almeno 10 persone, di cui almeno tre fanno parte di Medici Senza Frontiere. Due di questi sono in condizioni critiche.

In Yemen è in corso una guerra civile tra governo e ribelli sciiti houthi. Il governo di Sana’a, la capitale yemenita, è sostenuto da una coalizione araba guidata dall’Arabia Saudita, a maggioranza sunnita, che nel marzo del 2015 ha intrapreso una campagna militare conducendo raid aerei contro le postazioni dei ribelli sciiti.

Il motivo principale per cui i sauditi sono intervenuti in Yemen è quello di arginare l’avanzata degli houthi sciiti nel paese e limitare l’influenza iraniana nella penisola araba.

Da quando il conflitto è iniziato lo scorso marzo, almeno 6mila persone sono state uccise, di cui la metà civili.

Nel corso degli ultimi sei mesi la coalizione guidata dall’Arabia Saudita e le forze filo-governative hanno ripreso il controllo della città-porto di Aden, nel sud dello Yemen (vedi mappa qui sotto), ma i ribelli sciiti controllano ancora Sana’a.

La guerra civile ha portato a una grave crisi umanitaria: su una popolazione totale pari a 26 milioni di abitanti, sono circa 20 milioni quelli che hanno bisogno di sussidi e cibo.

(Qui sotto: una mappa della Bbc spiega chi controlla cosa in Yemen) 


Medici Senza Frontiere ha dichiarato che non è ancora certo se l’ospedale nel nord dello Yemen sia stato colpito da un raid aereo della coalizione guidata dai sauditi oppure da un missile via-terra.

Tuttavia, l’organizzazione umanitaria ha aggiunto che alcuni aerei erano in volo nel momento in cui il missile si è abbattuto contro l’istituto sanitario supportato da Medici Senza Frontiere.

Un ospedale di Medici Senza Frontiere era stato distrutto, sempre nella provincia di Saada, a ottobre del 2015. Una clinica a Taiz, nel sudovest del paese, era invece stata colpita a dicembre. Qui abbiamo raccontato com’è la situazione in città.

Sempre a ottobre del 2015, inoltre, forze della Nato avevano colpito un ospedale di Medici Senza Frontiere a Kunduz, in Afghanistan, uccidendo almeno 16 persone. Qui le immagini dentro l’ospedale dopo quel bombardamento.

COSA SUCCEDE TRA ARABIA SAUDITA E IRAN 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come
Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio