Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:21
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Colpita Idlib, la roccaforte dei ribelli siriani

Immagine di copertina

Nell'attacco sono morti almeno 43 civili. Secondo alcuni testimoni, gli attacchi sarebbero stati condotti da velivoli russi

Alcuni raid aerei – la cui nazionalità non è ancora stata confermata – hanno colpito domenica 20 dicembre la città siriana di Idlib, roccaforte dei ribelli nel nordovest del paese, provocando la morte di almeno 73 persone.

Altri 30 corpi sono stati recuperati e sono in attesa di identificazione, mentre i feriti ammontano a più di 150.

I soccorritori hanno dichiarato all’agenzia internazionale Reuters che resterebbero ancora decine di dispersi, che con tutta probabilità si trovano sotto le macerie degli edifici crollati.

I residenti hanno affermato che almeno sei raid aerei avrebbero colpito il mercato cittadino, gremito di gente, alcuni edifici governativi e diverse aree residenziali.

In alcuni filmati caricati su Youtube si possono osservare scene strazianti di soccorso ai feriti, incastrati tra i calcinacci dei palazzi crollati negli attacchi. Un filmato mostra i morti non ancora recuperati dalle macerie e le immagini di un neonato che, secondo i testimoni, sarebbe nato nel momento dei raid e sarebbe rimasto ucciso immediatamente.

Alcuni tra i cittadini di Idlib intervistati hanno riferito di aver riconosciuto come russi i velivoli che hanno condotto gli attacchi aerei. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo
Esteri / “Una storia horror? Vacanza-studio in Italia”, il tweet di Amanda Knox scatena le polemiche
Esteri / Il Papa: “Ogni giorno 7mila bambini muoiono di fame, è uno scandalo”
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”