Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:56
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Cnn, immagini satellitari mostrano navi russe portare via il grano ucraino dalla Crimea

Immagine di copertina
Credit: ANSA/Maxar Technologies

Cnn, immagini satellitari mostrano navi russe portare via il grano ucraino dalla Crimea

Nuove immagini satellitari pubblicate dalla Cnn mostrano due navi russe caricare grano che potrebbe provenire dai territori ucraini occupati. Una possibile conferma delle affermazioni degli scorsi giorni dal presidente ucraino Volodimir Zelensky, che ha accusato Mosca di aver “rubato” e tentato di vendere il grano e altri prodotti alimentari ucraini prelevati dai territori occupati durante la guerra.

Le immagini, rilasciate da Maxar Technologies, risalgono al periodo dal 19 al 21 maggio, e mostrano le navi nel porto di Sebastopoli, nella Crimea annessa dalla Russia nel 2014. Accanto alla “Matros Pozynich” e alla “Matros Koshka” sembrano essere presenti silos di grano, riporta Cnn, mentre un nastro riversa il carico nella stiva.

Secondo fonti ucraine e di settore citate Cnn, nelle scorse settimane le forze russe hanno svuotato diversi silos nelle aree occupate e hanno trasportato la merce a sud. L’emittente statunitense non ha confermato che il grano caricato sulle navi provenga dai territori occupati, ma ha sottolineato come la Crimea abbia scarsa capacità di produrre grano, che invece proviene prevalentemente da regioni più a nord, come quella di Kherson e Zaporizhzhia.

Secondo il sito di tracciamento navale MarineTraffic.com, entrambe le navi hanno lasciato il porto. La Matros Pozynich sta navigando nel Mar Egeo e afferma di essere diretta a Beirut, mentre la Matros Koshka si trova ancora nel Mar Nero.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La Russia bandisce il Moscow Times: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Come sarebbe il mondo con un Trump bis
Esteri / Cosa rivelano sull’America le proteste alla Columbia University contro la guerra nella Striscia di Gaza
Ti potrebbe interessare
Esteri / La Russia bandisce il Moscow Times: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Come sarebbe il mondo con un Trump bis
Esteri / Cosa rivelano sull’America le proteste alla Columbia University contro la guerra nella Striscia di Gaza
Esteri / Il precedente Eagleton: quando il senatore democratico rinunciò alla corsa alla vicepresidenza degli Usa
Esteri / Altri quattro anni? Cosa succederebbe se Joe Biden vincesse le elezioni presidenziali negli Stati Uniti
Esteri / Reportage TPI – Così il turismo si è mangiato il Costa Rica
Esteri / Iran: Usa condannati a pagare quasi 6,8 mld dlr per gli effetti delle sanzioni sui pazienti affetti da una malattia rara
Esteri / Orban incontra Trump: “Abbiamo discusso di pace: risolverà tutto lui” | VIDEO
Esteri / Nuova gaffe di Biden, al vertice Nato presenta Zelensky chiamandolo Putin
Esteri / Gaza: 32 morti in 70 raid dell'Idf. Media: "4 operatori umanitari stranieri uccisi in un raid a Rafah". Biden assicura: "Progressi verso un accordo di tregua". Media: "Passi avanti sulla riapertura del valico di Rafah". Ma l'ufficio di Netanyahu smentisce: “Nessun ritiro delle truppe dal confine". Hamas vuole una garanzia scritta che la guerra non riprenderà dopo la liberazione degli ostaggi. Il 19 luglio la Corte de L'Aja si pronuncerà sulle conseguenze giuridiche dell'occupazione dei Territori palestinesi