Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:31
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Vienna è la città migliore al mondo in cui vivere, Baghdad è la peggiore

Immagine di copertina

Dopo gli attacchi terroristici, Parigi è crollata di dieci posizioni, fino al 37esimo posto. Tra le italiane le migliori Milano e Roma, al 41esimo e 53esimo posto

Vienna è il luogo più bello al mondo in cui vivere. Secondo uno studio che analizza le condizioni socio-economiche di 230 città del mondo, la capitale austriaca è quella con la più alta qualità della vita.

Nè Londra, né Parigi, né New York rientrano nelle prime 35 posizioni. 

La peggiore città del mondo è invece la capitale irachena Baghdad, al 230esimo posto, seguita da Bangui, in Repubblica centroafricana, Sana’a in Yemen e Port-au-prince ad Haiti. Damasco si trova al 224 posto. 

Lo studio ha usato come criteri valutativi le condizioni economiche e sociali, la salute, l’istruzione, le politiche ambientali e abitative. 

Dopo gli attacchi terroristici che l’hanno interessata, Parigi è crollata di dieci posizioni, arrivando al 37esimo posto. 

Tra le città degli Stati Uniti, la migliore città è San Francisco al 28esimo posto della classifica. 

Secondo i dati della Banca mondiale, l’Austria ha uno dei più alti valori di PIL pro capite al mondo, appena dietro gli Stati Uniti e davanti a Germania e Gran Bretagna. 

La crisi europea dei migranti, che ha visto un gran numero di rifugiati e richiedenti asilo passare attraverso Vienna diretti verso la Germania, ha avuto scarso impatto sulla città.

“Siamo riusciti a ospitare 90.000 rifugiati in Austria”, ha detto Martin Eichtinger, l’ambasciatore austriaco a Londra. 

Auckland, in Nuova Zelanda, che si trova al terzo posto, è la città di lingua inglese più alta classifica, dopo Vienna e Zurigo, entrambe di lingua tedesca.

Dal quarto al decimo posto troviamo poi Monaco, Vancouver, Dusseldorf, Francoforte, Ginevra, Copenaghen e Sidney. 

Le due città italiane più alte in classifica sono Milano e Roma, ma rispettivamente al 41esimo e al 53esimo posto. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Esteri / Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici
Esteri / Austria, morto di Covid l’esponente No Vax Biacsics: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina
Esteri / Usa, sparatoria in una scuola del Michigan: 15enne apre il fuoco sui compagni. Morti 3 studenti
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda