Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

I presidenti di Cina e Taiwan si sono incontrati per la prima volta dopo decenni

Immagine di copertina

L’incontro tra Xi Jinping e Ma Ying-jeou è avvenuto in un hotel di Singapore, territorio neutrale, sabato 7 novembre

Il 7 novembre si è svolto il primo vertice tra i leader di Cina e Taiwan da 70 anni a questa parte. L’ultimo incontro era stato quello tra il rivoluzionario cinese Mao Tse-tung e il leader del partito nazionalista Kuomintang (Kmt) Chiang Kai-shek a Chongqing, in Cina, nel 1945.

Sabato 7 novembre, Xi Jinping e Ma Ying-jeou, rispettivamente presidente della Repubblica popolare cinese e presidente della Repubblica di Cina – nota come Taiwan -, si sono incontrati in un hotel di Singapore, un Paese che ha buone relazioni con entrambe le parti.

L’incontro è durato meno di un’ora e sarebbe stato carico di simbolismo: Xi ha indossato i colori del partito comunista, mentre Ma quelli del partito nazionalista. Entrambi i leader non si sono rivolti l’un l’altro con il termine “presidente”.

Non è stato siglato alcun accordo, ma i due leader hanno sottolineato che entrambe le parti ai lati dello stretto di Formosa hanno “la saggezza e l’abilità di risolvere i propri problemi”, ha dichiarato il presidente cinese.

Secondo Xi Jinping, la principale minaccia per lo sviluppo pacifico delle relazioni tra Cina e Taiwan sono le forze indipendentiste della Repubblica di Cina: un leitmotiv presente anche nel suo discorso d’apertura, dove Xi ha sostenuto che “nessuna forza può tenere le due parti lontane, perché sono fratelli ancora connessi dalla carne e, nonostante le loro ossa siano rotte, sono una famiglia e il sangue non è acqua.”.

In risposta, Ma ha dichiarato la sua determinazione nel promuovere la pace dall’altro lato dello stretto di Formosa, sostenendo però che “ogni parte dovrebbe rispettare i valori dell’altra”, implicitamente chiedendo a Xi e alla Cina di rispettare la democrazia di Taiwan.

La Cina considera Taiwan ancora una provincia separatista che prima o poi dovrà essere riannessa alla Cina continentale, mentre la Repubblica di Cina vuole mantenere lo status quo di territorio indipendente.

L’incontro tra Xi Jinping e Ma Ying-jeou precede le elezioni parlamentari e presidenziali della Repubblica di Cina, per le quali il partito dell’opposizione Democratic Progressive Party (Dpp) è il favorito.

Leggi anche: I leader di Taiwan e Cina si incontreranno per la prima volta dopo 70 anni

Ti potrebbe interessare
Esteri / Egitto: la seconda udienza del processo contro Patrick Zaki dura solo due minuti, chiesto il rinvio
Esteri / Brexit, crisi del carburante nel Regno Unito: Boris Johnson allerta l’esercito
Esteri / Afghanistan, i talebani vietano il taglio della barba
Ti potrebbe interessare
Esteri / Egitto: la seconda udienza del processo contro Patrick Zaki dura solo due minuti, chiesto il rinvio
Esteri / Brexit, crisi del carburante nel Regno Unito: Boris Johnson allerta l’esercito
Esteri / Afghanistan, i talebani vietano il taglio della barba
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Esteri / Elezioni Germania, crolla la Cdu. Spd avanti: per governare serve l'accordo con Verdi e Liberali
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice