Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:29
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il caso Bibbiano “arriva” a Taiwan

Immagine di copertina

Un'inchiesta di Wired racconta la singolare diffusione in Asia di una vicenda tutta italiana

Della vicenda Bibbiano, lo scandalo sugli affidamenti illeciti di bambini scoppiato in provincia di Reggio Emilia la scorsa estate, si parla addirittura a Taiwan. È quanto spiega una dettagliata inchiesta di Wired (firmata da Simone Fontana) che analizza anche le cause e le dinamiche che hanno portato alla singolare diffusione della notizia lontano dai confini nazionali.

Il caso Bibbiano a Taiwan

Il caso Bibbiano è circolato a Taiwan a partire da un articolo pubblicato da una content farm taiwanese molto attiva nella produzione di contenuti online e nota soprattutto come emittente tv. Il pezzo, che contiene anche informazioni inesatte, parla di “scandalo sessuale infantile” scoperto da un partito italiano ed anche di “sedute di psicoterapia e utilizzo di elettroshock”, una circostanza quest’ultima poi smentita dalle indagini.

L’autore dell’articolo diffuso a Taiwan ha citato più volte come fonte l’Ansa, ma molti dettagli riportati non sono affatto presenti nei notiziari dell’agenzia di stampa. Sono poi presenti link a pagine Facebook italiane. Il testo ha ottenuto quasi 5mila interazioni sui social, che lo hanno esposto a una platea potenziale di milioni di lettori. Su Sohu, il principale motore di ricerca cinese, sono inoltre spuntate anche diverse versioni dello stesso articolo, ma precedenti.

Perché?

Ma qual è il motivo di questa diffusione? Wired spiega che Taiwan è diventata da tempo scenario di una guerra di disinformazione, con la propaganda di stato cinese impegnata nel tentativo di destabilizzare la giovane democrazia costituzionale taiwanese. La Cina prova a interferire manipolando l’opinione pubblica e polarizzando la società anche servendosi di fake news. Un ex operativo dell’intelligence cinese ha parlato di un piano da 200 milioni di dollari per favorire i candidati filo-Pechino attraverso la creazione di decine di siti web di disinformazione.

Nel mirino dei creatori di contenuti al servizio della Cina, i cosiddetti keyboard warriors, prosegue Wired, c’è soprattutto il Dpp, il Partito progressista democratico, formazione di maggioranza a vocazione liberale, indipendentista e anti-cinese.

Le notizie di TPI sulla Cina

E a gennaio Taiwan tornerà alle urne per rieleggere il Parlamento e un presidente. Il tema più caldo della campagna elettorale è quello dei matrimoni tra persone dello stesso sesso, che il Dpp h legalizzato durante l’ultima legislatura. Taiwan è diventato con le nozze gay il paese di riferimento in Asia per i diritti degli omosessuali. Le notizie su Bibbiano, in Italia utilizzate per attaccare le famiglie arcobaleno associandole alle irregolarità negli affidamenti, potrebbero avere una funzione ‘disinformatrice’ e di polarizzazione dell’opinione pubblica su un tema sensibile anche lontano dalla penisola.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Esteri / Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici
Esteri / Austria, morto di Covid l’esponente No Vax Biacsics: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina
Esteri / Usa, sparatoria in una scuola del Michigan: 15enne apre il fuoco sui compagni. Morti 3 studenti
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO