Covid ultime 24h
casi +9.938
deceduti +73
tamponi +98.862
terapie intensive +47

Bombardieri USA hanno sorvolato la costa della Corea del nord

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 23 Set. 2017 alle 20:59 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 00:36
0
Immagine di copertina

Alcuni bombardieri dell’aviazione statunitense, scortati da aerei da combattimento, hanno sorvolato la costa orientale della Corea del nord, in una dimostrazione di forza rivolta al regime di Pyongyang.

L’obiettivo del Pentagono aveva il fine di mostrare che le forze armate degli Stati Uniti sono in grado di sconfiggere ogni potenziale minaccia proveniente dal regime nordcoreano.

Il volo vicino la costa della Corea del nord vuole essere una dimostrazione di forza che mette in mostra le opzioni militari disponibili dal presidente USA Donald Trump.

“Questo è il volo più distante dalla zona demilitarizzata (DMZ) che qualsiasi aereo militare o cacciabombardiere statunitense abbia compiuto sula costa nordcoreana nel ventunesimo secolo, e serve a sottolineare la serietà con cui prendiamo i comportamenti sconsiderati (della Corea del Nord)”, ha dichiarato Dana White, portavoce del Pentagono.

Il volo nei pressi della costa nordcoreana anticipa di poco il discorso del ministro degli Esteri della Corea del Nord alle Nazioni Unite.

In risposta alle dure parole di Trump – che aveva definito Kim Jong Un “un pazzo che spara missili”, portando a una ulteriore escalation nelle tensioni tra Stati Uniti e Corea del Nord – il ministro degli Esteri nordcoreano ha detto che un possibile attacco è ora sempre più probabile. E ha poi aggiunto che Trump è un “pazzo megalomane”.

Solamente ieri, il 22 settembre, Pyongyang aveva minacciato di testare una bomba H nel Pacifico. Questa mattina un terremoto sospetto di magnitudo 3.4 è stato registrato in Corea del nord. Le autorità cinesi sostengono si sia trattato di “una sospetta esplosione” vicino un sito nucleare nordcoreano, ma la Corea del sud ha annunciato che si è trattato di un sisma naturale.

Nel frattempo la Corea del Sud ha approvato un pacchetto di aiuti di otto milioni di dollari per finanziare programmi umanitari a favore di neonati e donne in gravidanza della Corea del Nord. La decisione rischia di creare tensioni con Stati Uniti e Giappone.

Lo scorso 11 settembre il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato all’unanimità una risoluzione che impone nuove sanzioni economiche alla Corea del Nord dopo il suo ultimo test nucleare. Ecco in cosa consistono.

Alla luce di tutto questo, è vero che Kim Jong-un è un pazzo e che l’unica soluzione è l’ingresso in guerra degli Stati Uniti? Ecco cinque falsi miti sulla Corea del nord, smontati uno per uno.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.