Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La cittadina canadese a cui Halloween non piace

Immagine di copertina

Una norma di Bathurst, sulla costa atlantica, proibisce ai ragazzi sopra i 14 anni di partecipare al tradizionale 'dolcetto o scherzetto' per non disturbare gli anziani

Una cittadina canadese dal 2005 proibisce ai maggiori di 14 anni di festeggiare Halloween recandosi casa per casa a fare la tradizionale domanda “Dolcetto o scherzetto?”.

Bathurst, nello stato di New Brunswick sulla costa atlantica, ha previsto una multa di 200 dollari canadesi (circa 136 euro) per i trasgressori e ha stabilito anche che dopo le 19 sia maschere che ‘dolcetto o scherzetto’ sono proibiti per tutti.

Festa rovinata per moltissimi ragazzi, anche se nelle intenzioni del legislatore la norma era stata adottata per salvaguardare i cittadini più anziani, che si erano lamentati delle visite a tarda ora dei ragazzi mascherati.

Paolo Fongemie, il sindaco di questa cittadina da 12mila abitanti eletto la scorsa primavera, si è dichiarato sorpreso dall’esistenza stessa di questa legge e ha precisato che la sua implementazione è stata molto rara.

Vorrebbe cambiarla ma per questo Halloween non c’è nulla da fare, forse si potrebbe salvare quello del 2017.

Ma tra i pensieri di Fongemie c’è anche il problema della pubblicità negativa che questa norma sta portando alla sua cittadina: con un’età media di 50 anni, Bathurst risulta poco attraente per le nuove generazioni, e non è difficile capire il perché.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Putin mi ha promesso che non ucciderà Zelensky”: il racconto dell’ex premier israeliano
Esteri / Papa Francesco, concluso il viaggio in Africa: “I cristiani possono cambiare la storia”
Esteri / La Cina minaccia “azioni in risposta” all’abbattimento del pallone spia che sorvolava gli Stati Uniti
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Putin mi ha promesso che non ucciderà Zelensky”: il racconto dell’ex premier israeliano
Esteri / Papa Francesco, concluso il viaggio in Africa: “I cristiani possono cambiare la storia”
Esteri / La Cina minaccia “azioni in risposta” all’abbattimento del pallone spia che sorvolava gli Stati Uniti
Esteri / Nonna si tatua tutto il corpo (tranne il viso): “Orgogliosa di essere una tela vivente”
Esteri / Stati Uniti, abbattuto il pallone-spia cinese. La Difesa: “Sorvegliava siti strategici”
Esteri / La svolta autoritaria di Netanyahu rischia di trasformare Israele in una democratura
Esteri / Dal gas ai fertilizzanti: così la guerra di Putin sconfina nel Sahara
Esteri / Ucraina, Corea, Taiwan, Africa, Medio Oriente: ecco tutte le guerre di cui dovremo preoccuparci nel 2023
Esteri / In Ucraina la strada verso l’escalation è lastricata di armi (di S. Mentana)
Esteri / Furto a luci rosse in Spagna: rubati sex toys placcati in oro 24 carati