Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 09:47
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Un algerino accusato di essere coinvolto nei fatti di Colonia è stato assolto

Immagine di copertina

I capi di imputazione erano molestie sessuali e furto, ma sono caduti per insufficienza di prove

Un giudice nella città tedesca di Colonia ha fatto cadere i capi di imputazione contro un algerino accusato di aver partecipato alle molestie e ai furti in una piazza di Colonia nella notte di Capodanno tra il 31 dicembre 2015 e il 1 gennaio 2016.

L’uomo era accusato di aver molestato, insieme a altri dieci compagni, alcune donne e di aver rubato un telefono cellulare. Un portavoce del tribunale ha detto che l’uomo, nel primo dei processi previsti, è stato assolto per “insufficienza di prove”.

I magistrati di Colonia hanno ricevuto 1.170 denunce per i fatti di capodanno, 492 delle quali per abusi sessuali. Tra le 31 persone responsabili degli incidenti fino adesso identificate, 18 sono richiedenti asilo, nove sono di origine algerina, otto marocchina, cinque iraniana, quattro siriana, due tedeschi, un iracheno, un serbo e uno statunitense.

Questo è uno dei due casi di denuncia per molestie sessuali in cui era stato identificato uno dei presunti autori. L’altro è un marocchino di 19 anni fermato una settimana fa in Svizzera per aver rubato in un supermercato. Su di lui pendeva un mandato di arresto per i fatti di Colonia.

L’episodio ha fatto discutere non poco in Germania e non solo, ricollegandosi al tema dell’accoglienza dei rifugiati. La cancelliera tedesca Angela Merkel dopo gli incidenti aveva annunciato che il suo paese avrebbe rivisto la politica sull’accoglienza. 

Nell’ultimo anno la “politica delle porte aperte” ha portato in Germania oltre un milione di rifugiati, ma a beneficiarne politicamente è stato soprattutto il partito di destra populista e anti-immigrazione Alternative fuer Deutschland (Afd) che ha incentrato la sua campagna contro l’accoglienza dei migranti.

Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Esteri / Afghanistan: 8 fratellini orfani morti di fame. L’allarme di Save The Children: “Paese sull’orlo della carestia”
Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Esteri / Afghanistan: 8 fratellini orfani morti di fame. L’allarme di Save The Children: “Paese sull’orlo della carestia”
Esteri / I Maneskin alla conquista degli Usa: apriranno il concerto dei Rolling Stones a Las Vegas
Esteri / Allarme in Europa: rubate le chiavi per generare Green pass. Nel dark web quello “funzionante” di Hitler
Esteri / Scandalo Facebook, Zuckerberg a un passo delle dimissioni
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass