Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

L’Antitrust italiana multa Amazon e Apple per oltre 200 milioni di euro. Amazon: “Faremo ricorso”

Immagine di copertina
Credit: Pavlo Gonchar/SOPA Images via ZUMA Wire

Amazon e Apple dovranno pagare oltre 200 milioni di euro all’Antitrust italiano per un accordo che violava le regole sulla concorrenza (68,7 milioni a carico di Amazon e 134,5 milioni a carico di Apple). Lo ha stabilito ieri il Garante della Concorrenza e del Mercato al termine di un anno di indagini, concludendo che le due aziende hanno messo in atto un accordo restrittivo per impedire ai rivenditori terzi che non aderivano al programma ufficiale di Apple di vendere prodotti dei marchi Apple e Beats sul marketplace di Amazon.it.

L’istruttoria dell’AGCM ha accertato che in un accordo stipulato il 31 ottobre 2018 tra il colosso dello shopping online e Apple.inc, alcune clausole contrattuali “vietavano ai rivenditori ufficiali e non ufficiali di prodotti Apple e Beats di utilizzare Amazon.it, permettendo la vendita dei prodotti Apple e Beats in tale marketplace solo ad Amazon e a taluni soggetti scelti singolarmente e in modo discriminatorio – violando l’art. 101 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europe.

Nell’istruttoria si è infatti appurata la volontà di introdurre delle restrizioni sul numero di rivenditori, permettendo solo ad Amazon e ad alcuni soggetti, individuati in modo discriminatorio, di operare su Amazon.it. La restrittività di queste decisioni è confermata dal fatto che almeno il 70% degli acquisti di prodotti di elettronica di consumo in Italia vengono effettuati su Amazon.it e di questi almeno il 40% è rappresentato da rivenditori che utilizzano Amazon come piattaforma di intermediazione.

Le restrizioni previste dall’accordo hanno avuto conseguenze anche sugli sconti effettuati dai soggetti terzi su Amazon.it, il cui numero si è ridotto. L’AGCM ha aggiunto ulteriori considerazioni dimostrando quanto questi accordi siano stati penalizzanti per i rivenditori discriminati, sottolineando il peso che Amazon ha nella distribuzione di prodotti elettronici in Italia.

La decisione dell’Autorità riconosce dunque, in linea con la giurisprudenza della Corte di giustizia UE, che i sistemi di distribuzione si debbano basare su criteri di natura qualitativa, non discriminatori, e applicati indistintamente a tutti i potenziali rivenditori per rispettare le regole sulla concorrenza.

Oltre al pagamento delle sanzioni pecuniarie sopracitate, l’AGCM ha chiesto ad Amazon ed Apple di interrompere qualsiasi azione volta ad introdurre simili restrizioni. Per il momento Apple non ha commentato la notizia, a differenza di Amazon, che ha replicato:

“Siamo in profondo disaccordo con la decisione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) e intendiamo fare ricorso. La sanzione comminata è sproporzionata e ingiustificata.

Respingiamo le considerazioni dell’AGCM secondo cui Amazon tragga vantaggio dall’esclusione dei partner di vendita dallo store, poiché il nostro modello di business si basa sul loro successo. Grazie all’accordo con Apple, i clienti italiani possono trovare gli ultimi prodotti Apple e Beats sul nostro store, beneficiando di un catalogo più che raddoppiato, con offerte migliori e spedizioni più veloci.”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Moderna, l’a.d. Bancel: “Vaccini meno efficaci contro Omicron”. Borse asiatiche chiudono in picchiata
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Moderna, l’a.d. Bancel: “Vaccini meno efficaci contro Omicron”. Borse asiatiche chiudono in picchiata
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue