Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Anders Breivik, autore della strage di Utoya, torna in aula e fa il saluto nazista

Immagine di copertina

L'uomo, condannato per aver ucciso 77 persone nel 2011, è al momento coinvolto in un processo per i trattamenti disumani a cui sarebbe stato sottoposto in carcere

Il terrorista norvegese Anders Breivik, che nel 2011 uccise 77 persone negli attacchi a Oslo e sull’isola di Utoya, è entrato in un’aula giudiziaria col braccio teso nel saluto nazista, durante una seduta del processo che lo vede in opposizione allo stato norvegese per violazione dei diritti umani in carcere.

È successo nella mattinata di martedì 10 gennai a Telemark a Skien, sede del processo d’appello che il paese ha chiesto per ribaltare la prima sentenza, che aveva dato ragione all’uomo condannato a 21 anni di carcere per le stragi di sei anni fa. 

Non è la prima volta che Breivik propone questo comportamento: era già accaduto durante le udienze precedenti, ogni volta che l’uomo è entrato in aula. 

L’avvocato che difende Breivik, Oystein Storrvik, aveva vinto la causa con il governo norvegese per aver violato due clausole della Convenzione europea dei diritti dell’uomo: una che garantisce il diritto al rispetto della vita privata e familiare e della corrispondenza e l’altra che vieta pene o trattamenti inumani o degradanti.

Breivik aveva già dichiarato in una lettera ai media norvegesi e svedesi di essere tenuto in isolamento quasi totale, potendo trascorrere solo un’ora al giorno fuori dalla cella. Inoltre, secondo lui, la sua cella sarebbe poco decorata e senza una bella vista, il caffè servito troppo freddo, il burro per il pane troppo poco e non gli sarebbe permesso l’uso della crema idratante.

Questo il video del momento in cui il criminale, entrando in aula, ha salutato i presenti con il gesto associato al regime hitleriano:

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa