Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Allarme in Germania, caccia a un rifugiato siriano: stava preparando un attentato in un aeroporto

Blindato dalle forze speciali un quartiere della cittadina di Chemnitz, dopo una segnalazione. La polizia ha fatto irruzione in una casa e trovato tracce di esplosivo

Di TPI
Pubblicato il 8 Ott. 2016 alle 16:27 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:12
0
Immagine di copertina

Allarme terrorismo in Sassonia dove è caccia a un rifugiato siriano che stava preparando un attacco terroristico contro un aeroporto tedesco . Decine di agenti hanno blindato un’area residenziale nella città di Chemnitz, nella Germania centro-orientale, alla ricerca di Jabel Albakr, di cui è stata anche diffusa una foto. 

L’allarme è scattato dopo la segnalazione da parte dei servizi segreti interni di una “situazione di rischio”.

La polizia ha chiuso diverse strade e isolato un’abitazione all’interno di un edificio di più piani.

Immagini trasmesse dalle tv locali, e dalle foto su Twitter, hanno mostrato forze speciali pesantemente armate mentre circondavano un’abitazione.

La porta di ingresso è stata fatta saltare in aria intorno alle 13 e gli agenti hanno fatto irruzione nell’appartamento dove sono state trovate tracce di esplosivo, ma non il ricercato.

Le stesse forze dell’ordine hanno avvertito alcuni residenti della zona di evacuare e ad altri di rimanere in casa.

Il portavoce della polizia della Sassonia, Tom Bernhardt, non aveva voluto fornire alcuna precisazione sul tipo di terrorismo, se di estrema destra o islamico, che aveva fatto scattare l’intervento a Chemnitz.

È stata la Bild a rivelare che il ricercato è siriano, fornendo anche la parziale identità: Jaber Albakr, nato a Damasco il 10 gennaio 1994. Secondo Focus online, l’uomo era tenuto sotto osservazione da tempo.

A luglio in Germania l’Isis ha rivendicato gli attacchi su un treno vicino a Wuerzburg e a un festival musicale ad Ansbach in cui sono state ferite almeno venti persone.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.