Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:46
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

In Algeria alcuni partiti hanno oscurato i volti delle donne sui manifesti elettorali

Immagine di copertina

Le autorità del paese hanno chiesto la rimozione o la modifica dei poster irregolari con i candidati dei partiti islamici

In Algeria alcuni manifesti elettorali non mostrano i volti delle donne. Accanto ai candidati uomini, compaiono delle figure con dei bollini bianchi avvolti dall’hijab in corrispondenza dei nomi femminili.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Le autorità del paese hanno deciso di chiedere ai partiti di ispirazione musulmana che avevano scelto di non esporre i volti delle loro candidate di modificare i manifesti o di rimuovere quelli irregolari entro due giorni. le elezioni sono previste per il 4 maggio.

“Questo tipo di violazione dei diritti è pericoloso, non è legale e si oppone a tutte le leggi e a tutte le tradizioni. È diritto di ogni cittadino sapere per chi si vota”, dice Hassan Noui dell’autorità indipendente per il monitoraggio delle elezioni. È diritto di ogni cittadino sapere per chi sta votando”.

Tra i cinque partiti che si sono resi responsabili dell’oscuramento dei volti delle donne c’è il Fronte delle forze socialiste. “Mostrare la mia foto è importante, ma vengo da una regione del sud. Onestamente è molto conservatrice. La mia famiglia mi ha chiesto di non far diffondere la mia immagine in televisione, ma non hanno problemi con i manifesti elettorali”, ha detto Fatma Tirbakh del Fronte nazionale per la giustizia sociale.

I partiti algerini sono obbligati da una legge del 2012 a inserire almeno il 20 per cento di candidature femminili nelle liste elettorali. L’oscuramento dei volti si era verificato nel 2011 anche in Egitto. In quel caso i partiti salafiti avevano scelto di associare alle donne l’immagine di un fiore.  

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, il governo pronto a lanciare la pillola anti-Covid entro fine anno
Esteri / Tragedia in Svizzera: investe e uccide il figlio di 14 mesi facendo manovra con il Suv
Esteri / Camion contro parata gay pride in Florida: un morto. "Attacco terroristico alla comunità Lgbt"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, il governo pronto a lanciare la pillola anti-Covid entro fine anno
Esteri / Tragedia in Svizzera: investe e uccide il figlio di 14 mesi facendo manovra con il Suv
Esteri / Camion contro parata gay pride in Florida: un morto. "Attacco terroristico alla comunità Lgbt"
Esteri / “Se l’Europa vuole tenere testa a Usa, Russia e Cina deve dotarsi del Nucleare”: il realismo preventivo di Massimo Fini
Esteri / Quali sono i Paesi in Europa che hanno già tolto l'obbligo
Esteri / Vaccino unico per Covid e influenza: il via già in autunno
Esteri / Usa, la sfida dei vescovi cattolici: approvato documento per vietare la comunione a Biden
Esteri / Iran, vince al primo turno l'ultraconservatore Ebrahim Raisi
Esteri / Biden attacca giornalista della Cnn: “Ma che diavolo dice? Ha sbagliato lavoro”
Esteri / Hong Kong, dopo il blitz vanno a ruba le 500mila copie dell’Apple Daily: edicole prese d’assalto